Da settembre prossimo, per l’anno scolastico 2015-2016, l’Istituto professionale Isabella d’Este-Caraccciolo si arricchisce di due nuovi indirizzi, il calzaturiero e l’indirizzo grafico e di comunicazione. Quando, per l’anno scolastico 2011-2012, ne viene nominata alla guida, Giovanna Scala, l’Istituto comincia a vivere una nuova stagione diventando ” materia viva “, un’azienda di educazione che ha la missione scolastica come obiettivo quotidiano.
L’Istituto opera in zone complesse e difficili a partire dalla zona Mercato, dove c’è la sede centrale, precisamente in via Giacomo Savarese 60, al Rione Sanit  sino alle zone limitrofe come Materdei e Arenella, abbracciando cos tre diverse Municipalit . Per motivi ideologici, culturali, formativi e sociali, la dirigente vuole rimanere aderente alla realt , senza perciò chiudersi nelle mura dell’Istituto.
Cos si riparte dall’anno zero come in qualche maniera i muri suggeriscono, in quanto sono stati imbiancati e sono pronti per essere riscritti da nuova storia. I cambiamenti apportati, strutturali e non, sono gi  tanti, cos come tanti sono gli obiettivi che vuole perseguire Scala, uno su tutti quello di rimanere aderente alla realt  dei nostri giorni con uno sguardo al futuro dei ragazzi che frequentano l’Istituto. Infatti il Pof, ossia la carta d’identit  con cui l’Istituto si definisce, ha al centro la didattica orientativa per mettere lo studente nella condizione di prendere coscienza di s, per poter far fronte alle mutevoli esigenze della vita, con il duplice obiettivo di contribuire al progresso della societ  e di raggiungere il pieno sviluppo della persona.
Per il raggiungimento di questo ambizioso obiettivo la dirigente mette in campo iniziative concrete come – la partecipazione a progetti sia nazionali che europei, che danno la possibilit  di usare le competenze che la scuola fornisce; – esperienze all’estero per gli indirizzi, moda, alberghiero, turistico; – acquisizione all’estero delle competenze linguistiche. E’ grande la volont  e la passione con cui la dirigente svolge il suo lavoro, consapevole di incidere sul futuro dei suoi giovani studenti, cos la sua tenacia, il suo forte impegno coinvolge tutti quelli che operano nella sua scuola, a partire dal corpo docente impegnato con gli studenti sia sul territorio, con l’alternanza scuola-lavoro che vede come responsabile Mariaconsiglia Di Lorenzo, che per le esperienze all’estero.
L’Isabella D’Este è tra le scuole che partecipano al Progetto Master Archeo Chef che permetter  di sperimentare una innovazione didattica finalizzata, dopo una preparazione accurata di un determinato periodo storico, territoriale ed enogastronomico, a proporre un iter turistico inedito che potr  anche rientrare nei pacchetti dei tour operator Questo è il modo corretto per riportare la scuola al centro di un percorso che conduce ad una societ  migliore.

L’EVENTO

Mercoled 25 febbraio, alle 13,00, nell’Aula Magna dell’Istituto professionale statale Isabella D’Este, via Giacomo Savarese-60 (Napoli), il dirigente scolastico, Giovanna Scala, alla presenza delle aziende che hanno partecipato alla realizzazione del Pon (Programma operativo Nazionale) all’estero, di Rocco Gervasio (referente Pon per la Campania), e delle famiglie degli studenti, consegner  agli alunni partecipanti dell’indirizzo turistico, alberghiero e moda gli attestati delle competenze raggiunte.

Per saperne di più
wepy.it/isabelladestecaracciolo/

Nelle foto, l’interno dell’Istituto e la dirigente, Giovanna Scala