Un attacco frontale, diretto e lontano dai proclami fatiscenti che ogni tanto hanno ancora il “coraggio” di venir fuori da chiesa e istituzioni. Un modo per dire che c’è gente che è disposta a lottare tutti i giorni per impadronirsi del proprio territorio e della propria libert , contro il degrado e la criminalit  organizzata che lo foraggia per assicurarsi la propria crescita in un terreno reso cos “fertile”. Cos si presenta il concerto anticamorra che si terr  sabato 22 ottobre alle 20.30 con Zezi,Compagnia Daltrocanto e A67, con il patrocinio del comune di Napoli, nel quadrivio di Secondigliano,organizzato dall’associazione sindacale Unione inquilini, storica organizzazione nazionale con alle spalle più di quarant’anni di lotta per il diritto alla casa.
E’quanto emerso dalla conferenza stampa che ha avuto luogo oggi a palazzo San Giacomo, con la partecipazione, tra gli altri, del segretario regionale dell’Unione inquilini , Mimmo Lopresto. Protagonista attivo su un territorio martoriato come l’area area Nord di Napoli (Scampia, Piscinola, Miano, Secondigliano) per farla risorgere con la partecipazione di tutte le forze positive del luogo.
Secondigliano e Dintorni. Area devastata e sfruttata dal potere dilagante delle “associazioni”camorristiche , situazione “impietosamente” sottolineata dai dati economici contenuti nella relazione della dottoressa Coletta, dai quali emerge una realt  “preoccupante”. Circa il 32,4% degli abitanti dell’area sono proprietari di una casa contro una media nazionale che supera il 50%, con il tasso di povert  più alto d’Italia e una disoccupazione dilagante specialmente per quanto riguarda le donne e una percentuale di laureati bassissima, addirittura 3 su 100 rispetto alla media di 10. Condizioni, queste, che permettono alla criminalit  organizzata di mettere radici, creando fatturati multimiliardari al cospetto dei quali le maggiori imprese impallidiscono e di cui le stesse aree che li producono non vedono l’ombra di un centesimo, “preferite” a investimenti nell’alta finanza e affini.
“L’impegno dell’amministrazione comunale viene da lontano- ha evidenziato l’assessore alle politiche sociali Pina Tommasielli- rimarcando che l’energia profusa dallo schieramento di cui è rappresentante sia precedente all’insediamento della nuova giunta e quanto ci si stia attivando concretamente per lo sviluppo di questo territorio. Attraverso il presidio dell’area, iniziato con la partenza del progetto della raccolta differenziata porta a porta proprio da Scampia.
L’evento rappresenta un momento di aggregazione per far crescere il territorio grazie alla musica rappresentata da gruppi impegnati nel sociale come i protagonisti del concerto. Offrendo ai giovani punti di riferimento e nuovi valori che non siano denaro e facile successo.

In foto, la locandina