Villa Doria D’Angri accoglier  la decima edizione del Premio nazionale Gaetano Errico. Nella stupenda cornice della sede napoletana dell’universit  Parthenope in via Petrarca avverr  la premiazione dei vincitori di quest’anno che si sono concentrati sul tema del lavoro.

All’appuntamento interverranno il rettore Gennaro Ferrara, Salvatore Izzo, Superiore generale dei Missionari dei Sacri Cuori che da un decennio promuovono il premio intitolato al loro fondatore, il parlamentare Donato Musella, Vincenzo D’Onofrio, presidente del comitato per la qualit  del vivere, Claudio Quintano, preside della facolt  di economia della Parthenope, padre Vincenzo D’Antico, rettore del santuario di Secondigliano e ispiratore della manifestazione.

Sei i premiati quest’anno, suddivisi in due sezioni, tre per quella in vernacolo e tre per quella in lingua. Per la prima volta sar  assegnato il premio speciale Gaetano Errico a una personalit  del mondo della letteratura che si è contraddistinta oltre per l’alto contributo offerto attraverso la sua opera, per la specificit  presente nella sua produzione, tematica quest’anno appunto al lavoro.

La scelta di quest’anno ricade sullo scrittore cilentano Pasquale Maffeo, romanziere, poeta, drammaturgo e critico letterario, tra i più prestigiosi autori contemporanei. Al suo attivo venticinque opere e più, a parte i volumi di critica letteraria.

L’universit  Cattolica di Milano ha di recente acquisito per l’Archivio degli scrittori cattolici, i manoscritti, i dattiloscritti su cui Maffeo ha lavorato per la messa a punto dei testi, il materiale bibliografico e di cronaca (saggi, recensioni, manifesti, locandine, brochure ed immagini) che documenta l’intensa attivit  di scrittore di Maffeo. Sar  intervistato da Raffaele Bussi e Donatella Gallone.

Ai vincitori e ai partecipanti andr  l’antologia del Premio per l’edizione 2008.

Nella foto in alto il santo Gaetano Errico