Paziente competenza. Sintesi dell’attività di Art1307, istituzione culturale che, dal 2007, partendo da Napoli, ha scompigliato le carte della creatività partenopea, sciogliendo i lacci di un monopolio (in quel periodo il contemporaneo istituzionale era saldamente in mano a un club d’iniziati) e avviando un  produttivo confronto con il resto del mondo. Artisti partenopei e internazionali insieme, in uno scambio continuo d’idee, tra esposizioni e eventi allestiti  sotto il Vesuvio ma anche oltreoceano.
Curatrice delle mostre organizzate, Cinthya Penna, modello privato di passione e vocazione  all’arte, che  promuove crescita e educazione visiva. In armonia con un’altra donna, Patrizia De Mennato che  ha aperto le porte di una storica residenza famigliare, nel cuore antico della città,  per accogliere la bellezza dell’energia creativa.
Dalla collaborazione, un nuovo risultato, l’inaugurazione della mostra dal titolo emblematico Disturbances/Scompigli: domani, venerdì 16 marzo, dalle 18,30, a Villa di Donato (Piazza S. Eframo Vecchio) i visitatori potranno entrare nel dialogo intessuto tra due autori di provenienza diversa, uniti da una geometria “sentimentale” capace di generare altre turbolenze  dell’anima.
In un incessante bradisismo emotivo si incontrano il californiano Brad Howe (di Los Angeles) e il partenopeo Amedeo Sanzone, con radici nell’area Nord metropolitana e passaporto artistico globale: insieme propongono un coinvolgente minimalismo fatto di forme e colori, tra suggestivi riflessi. Al centro del loro discorso emotivo, il rapporto con la materia che non smette di stupire per le sue infinite possibilità.
Nessuno dei due rinnega le proprie origini: Howe si riallaccia alla tradizione americana del ‘900 da Alexander Calder alla Pop art, Sanzone all’astrazione dell’avanguardia napoletana che esplose anche al Sud nel Movimento arte concreta degli anni ’50, con i magnifici quattro: Renato Barisani,  Renato De Fusco, Guido Tatafiore, Antonio Venditti. Dal passato al presente: una doppia personale da non perdere. Che avrete tempo di vedere fino al 15 aprile.

Disturbances /Scompigli
Doppia personale Brad Howe e Amedeo Sanzone
a cura di Cynthia Penna
Opening, venerdì 16 marzo, ore 18,30
Fino al 15 aprile 2018
Villa di Donato – Piazza S. Eframo Vecchio, Napoli (Italy)
info@art1307.com
In foto, “Nobody ever told me” di Brad Howe