La filosofia deve insegnare a fare, non a pensare. Era l’ammonimento di Seneca a Lucilio, strumento di crescita morale offerto dal filosofo al governatore della Sicilia. La citazione è  emersa  durante l’incontro che si è svolto alla Feltrinelli napoletana di Piazza dei Martiri (tra gli altri, erano presenti l’ideatore Raffaele Mirelli e Giuseppe Ferraro, docente di Filosofia morale alla Federico II ) per illustrare la quarta edizione della rassegna ischitana La filosofia, il castello e la torre, che quest’anno comincia a Napoli (sabato 15 settembre, protagonista, Carlo Alberto Redi dell’Università di Pavia, accolto nella sala dei baroni del maschio Angioino), offrendo un primo impulso alla costruzione di un progetto comune con la città, per poi trasferirsi nell’isola verde (23-30 settembre).
Così Ischia punta anche sul turismo culturale e non solo su quello termale, partendo dal pensiero che educa alla concretezza e  aiuta a progettare, in un periodo in cui l’improvvisazione, anche politica, spadroneggia nel mondo. 100 le conferenze in programma in sette giorni, su un focus che le lega tutte, la natura umana. Affinché ne possiamo ritrovare la memoria, proprio adesso che sembra perduta nella ricerca del possesso, della ricchezza, dell’apparenza. Tra gli ospiti celebri, l’italiano Massimo Cacciari, Michael Forster dell’università di Bonn.
Se di educazione della mente si tratta, non poteva mancare il coinvolgimento giovanile con Young thinkers festival, 20 ragazzi selezionati per un evento nell’evento. Saranno guidati dai loro insegnanti: molti dei liceali impegnati nella manifestazione provengono soprattutto dal Nord.
Ma i giovani sono anche  le colonne della campagna #iosononatura che lancia settembre come mese del senso civico: per le strade dell’isola pannelli con aforismi di  studenti che diventano voce cittadina.  E nell’impegno collettivo che  si snoda tra sedi suggestive come la Torre Guevara  di Cartaromana e il Castello aragonese di ponte d’Ischia (foto), c’è spazio anche per lo yoga, tre lezioni al giorno per concedere a ciascuno un momento di relax totale. Una novità per la rassegna che sta diventando cibo indispensabile per quanti  vogliono crescere con l’anima. Proiettati verso orizzonti di libertà e rispetto degli altri.
Per saperne di più
info@lafilosofiailcastellolatorre.it
www.lafilosofiailcastellolatorre.it