Una mostra, due artisti emergenti per la Galleria Mediterranea, che s’inerpica sui Quartieri Spagnoli (via Carlo De Cesare 60). Eccoli, i napoletani Davide Stasino e Lucio DDT ART.  Protagonista comune, “Human essence”. L’esposizione, che si è inaugurata ieri, resterà allestita fino al 28 maggio.
Due autori interessanti che si incrociano per confrontarsi con la vita. In gioco, ol mucleo delle persone da un duplice punto di vista. Rarefatto e poetico, quello di Stasino, Pungente e ironica la prospettiva di Lucio Ddt Art. La creatività diventa terreno su cui correre liberamente e osservare l’incoscienza di una società pervasa d’assurdo, con bagliori tuttavia luminosi. Dove le forme diventano calamite per lo sguardo esploratore di chi accosta all’opera.

Qui sopra un'opera di Lucio DDT ART. In alto, un lavoro di Stasuno
Qui sopra un’opera di Lucio DDT ART. In alto, un lavoro di Stasino

Classe 1978 Stasino, insegna arte e immagine ma ha un intenso curriculum espositivo : tra le sue  tappe artistiche anche la culla del contemporaneo a Napoli, il Museo Madre. Segno particolare della sua pittura, la raffinatezza che tuttavia non esclude il dialogo con l’attualità di un mondo che sta perdendo il proprio baricentro.  Punto di rifermento assoluto, la pittura, declinata in tutte le sue sfumature
Anticonformista, Giuseppe Labriola in arte Lucio Ddt art. Il suo paesaggio pittorico è surreale e trasmette tutta l’incertezza del mondo che ci circonda. Un tratto intenso che cattura l’attenzione di chi si vede catapultato nella dimensione post-umana di una realtà degradata dai suoi abitanti.
Per saperne di più
https://www.facebook.com/galleriamediterranea/