Racconti dalla Città-Mondo Parole | Visioni | Passi. Scenario, il complesso di San Domenico Maggiore cuore antico di Napoli sabato l 28  e domenica 29 giugno. Una rassegna che dà voce alla pluralità di punti di vista che abitano le nostre città multiculturali. Due giorni di proiezioni, dialoghi e itinerari urbani per raccontare le trasformazioni della città attraverso lo sguardo di chi le racconta con la ricchezza di vissuti, legami e memorie che vengono da lontano e oggi abitano qui.
Ideata e curata da Laura Fusca con Jimale Hawo Mohamed, Chandrasiri Nanayakkara, Gueye Papa Massamva, Louis Ndong, Andreina Lopes Pinto, Pierre Preira, Rosario Sparno, Yuliya Sanchenko, Rossella Semino, Jomahe Solìs Barzola, Carmen Vicinanza, l’iniziativa è promossa da Casba Società Cooperativa Sociale.
Nasce all’esperienza di Migrantour Napoli
, itinerari urbani attraverso strade e storie, creati e condotti da cittadini di origine straniera nell’ambito della rete europea Migrantour Intercultural Urban Routes.
Si parte il 28 alle  17, nel Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore, con l’incontro Visioni: due i film che saranno proiettati,  Appunti dalla mia tenda (2018, durata 14’’) del regista di origine etiope Dagmawi Yimer. Seguendo la penna di un giovane originario del Burkina Faso che scrive al figlio, affronta il tema del racconto che i migranti fanno alle famiglie di origine sulla propria “nuova vita”.
L’altro film è L’interprete (foto) del regista di origine bielorussa Hleb Papou (2017, durata 16’) che racconta la difficoltà della scelta giusta per l’italiano di seconda generazione: quella di una giovane ragazza nata in Italia da una famiglia nigeriana, che collabora con la polizia come interprete di lingua Igbo e si trova a dover fare la scelta che cambierà il destino di un’altra donna, un’immigrata africana accusata di omicidio.
Tra i protagonisti di questo intreccio narrativo, Bagya D. Lankapura, regista e attore, napoletano, che con il progetto cinematografico La voliera ha vinto la X edizione del Premio Mutti – AMM, dedicato a registi migranti, alla 75esima Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.
Racconti dalla Città-Mondo sarà anche l’occasione per le organizzazioni che in 10 città italiane che promuovono le passeggiate interculturali di Migrantour Intercultural Urban Routes per ritrovarsi e per scambiarsi idee e buone pratiche. Nato da Viaggi Solidali a Torino dieci anni fa, Migrantour Intercultural Urban Routes coinvolge oggi 10 città italiane (Torino, Milano, Pavia, Genova, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Palermo, Catania) e 4 europee (Bruxelles, Lisbona, Lubiana, Marsiglia, Parigi).
Propone a residenti, studenti e turisti, itinerari urbani creati e condotti da cittadini di origine straniera, come occasione per favorire l’incontro e la conoscenza tra persone e culture e costruire società più inclusive e coese. Tutti gli incontri in programma sono gratuiti, è consigliata la prenotazione a info@coopcasba.org .
Per saperne di più
www.coopcasba.org