Clima. Il Mondo che verrà. Torna con questa tema l’artperformingfestival da oggi 26 settembre (opening alle 17 con performance di Massimiliano Manieri alle 18) fino al 25 ottobre. E sarà ancora una volta il Castel dell’Ovo ad accoglierlo, ma la kermesse contaminerà anche altri luoghi cittadini (Galleria Principe e Libreria Iocisto).
La rassegna internazionale è ideata da Gianni Nappa che ne è il curatore, e che la organizza con GlobalStrategies.
Patrocinata dalla Regione Campania e dal Comune di Napoli e realizzata in collaborazione con il Comune di Napoli, l’assessorato alla cultura e al turismo e quello alle politiche giovanili, alla creatività e
alla innovazione, la rassegna si propone come manifestazione indipendente attenta all’attualità della sperimentazione contemporanea legata alla realtà e a un mondo che diventa sempre più complesso.
L’arte svolge ancora un ruolo importante, come arma pacifica di denuncia e strumento di sfida per costruire un futuro non solo ricco di promesse, ma anche di serenità e sviluppo.
Così l’energia creativa smuove le coscienze assopite della collettività e lasciano il pensiero libero espandersi, tra speranze e utopia possibile. Un momento di osmosi tra culture eterogenee, guardando una un domani ecosostenibile, in cui la natura possa rialzare la testa, senza più essere schiacciata dalla prepotenza umana.
L’ambiente è di nuovo sotto i riflettori, come nelle quattro edizioni precedenti . «Non è solo una questione estetica, ma politica e sociale – spiega Nappa – attivarsi per formare, soprattutto nelle
generazioni più giovani, una coscienza collettiva più sensibile alle tematiche ecologiche e sociali che affliggono la società
odierna».
Artperformingfestival punta a creare una rete di sinergie sul territorio attraverso collaborazioni e partenariati con le scuole, le Università, le
associazioni di giovani, culturali e ambientaliste, imprese impegnate nelle rinnovabili. Invitando i cittadini a partecipare a eventi differenti tra loro.
Anche quest’anno i partecipanti si dividono tra quelli che propongono opere da ammirare e osservare come Francesca Balducci, Eliana Barra, Alexandra Kaufmann e Armin Fuchs, Luigi Nappa, O-RING Art Studio,
Samantha Passaniti, Renata Petti e Rino Petrozziello, Gabriella Siciliano.
E i performer: Debora Di Lorenzo, Salvatore Donatiello, Loredana Iafrate, Veronica Idaver, Massimiliano Manieri,
Massimiliano Mirabella, Cristina Messere, Morena Rossi, Barbara Sabella.
Ars Scribendi.
Per saperne di più
https://www.facebook.com/artperformingfestival/
In alto, la locandina

RISPONDI