Bolivar/”Io ed Emma”: in scena, una madre dialoga con la figlia. Quando le parole scongelano una vita vissuta nel dolore

0
90

Dialogo serrato tra due donne, Sul palco del teatro napoletano Bolivar (via Bartolomeo Caracciolo, 30), stasera, giovedì 25 novembre, alle 20,30, in occasione della Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza sulle donne Valentina Cognatti propone il suo testo “Io ed Emma” di cui cura pure la regia. Una produzione Margot Theatre.
La pièce interpretata da Loredana Piedimonte, da Martina Grandin, Sara Aiello ed Elisa Salandra fa emergere la violenza di genere, denunciandone la complessit, mettendo in luce l’emergenza di una coscienza critica collettiva che porti ad analizzarlo.
In scena, una madre e una figlia. S’incontrano di nuovo, dopo tanto tempo e tanto silenzio, rievocando ricordi e immagini del passato. I due personaggi arrivano a svelarsi una verità sconosciuta, nascosta o dimenticata. I ricordi si snodano, amari e incontrollabili, e le parole scongelano la storia di una vita vissuta nel dolore, nella violenza e nella paura.
Il realismo psicologico accompagna una messa in scena che non lascia spazio alla finzione e all’ostentata rappresentazione del dramma. La volontà è quella di ricercare costantemente, tanto nella regia quanto nell’interpretazione, autenticità in una tematica scottante e cruda.
GUARDA IL VIDEO

RISPONDI