Musei iperconnessi: nuovi pubblici, nuovi approcci. Così si celebrano i musei con la loro notteapertura serale sabato 19 anche a Capodimonte, dalle  19.30 alle 22.30 (la biglietteria chiude un’ora prima) pagando un biglietto simbolico di 1 euro. Si potranno ammorare le collezioni permanenti e le mostre in corso: Carta Bianca. Capodimonte Imaginaire e L’Opera si racconta: Sacra Conversazione di Konrad Witz. Un unico suggerimento: smartphone alla mano per fotografare i capolavori e poi condividersi sui social, in particolare Pinterest e Instagram. 

Con le foto scattate, inoltre, sarà possibile anche partecipare al contest #lamiacartabianca lanciato dal Museo e Real Bosco di Capodimonte per coinvolgere il pubblico dei visitatori, stimolando la scelta e il gusto personale tra le opere della collezione di Capodimonte, e selezionare tra loro “l’undicesimo curatore” della mostra Carta Bianca.
Ci sarà anche la visita  a tema:  L’arte della tavola: banchetti e reali serviti. Gianluca Puccio, storico dell’arte dei servizi educativi del Museo, guiderà i visitatori alla scoperta dell’arte dell’ospitalità e delle buone maniere al tempo dei Farnese e dei Borbone.
Trionfi da tavola, piatti, geliere, rinfrescabicchieri e bottiglie, servizi da caffè – tutti elementi imprescindibili nei sontuosi banchetti che cardinali e sovrani facevano allestire nelle loro nobili dimore – saranno i protagonisti di un percorso che si snoderà tra la Galleria delle Cose Rare e le sale dell’appartamento reale, alla scoperta del più raffinato vasellame da tavola: dai servizi in maiolica di Castelli d’Abruzzo e di Urbino alle porcellane di Capodimonte e della Real Fabbrica di Napoli, fino alle terraglie della manifattura Del Vecchio.
E dalle 19 alle 20 nel Salone Camuccini Rosario Ruggiero terrà il concerto Iperconnessione tra stili ed epoche, da Domenico Scarlatti a Khachaturian.
Tra gli appuntamenti di domenica 20 maggio, 
Laboratorio di architettura per bambini. Dal belvedere del Parco di Capodimonte, i bambini sono chiamati a individuare le aree verdi ancora presenti in città, confrontandole con quelle delle antiche vedute di Napoli. Il laboratorio affronterà il tema dei parchi pubblici, del suolo naturale, del verde a terra, sui tetti e sulle facciate. Ogni bambino realizzerà un progetto di verde urbano, dando voce alle proprie esperienze e fantasie, per capire come i più piccoli percepiscono e desiderano vivere l’elemento naturale nello spazio urbano.
Da segnalare anche l’accesso all’Ottocento privato. L’appartamento a uso privato della corte, all’epoca dei Borbone e poi dei Savoia, dove si respira l’atmosfera accogliente di un elegante ambiente privato con una pregevole galleria d’arte sarà aperto ogni domenica dalle ore 10.00 alle ore 14.00.
La programmazione culturale sarà raccontata sui canali social, grazie agli hashtag #FestaDeiMusei2018 #FDM18 #NotteDeiMusei2018 #NDM18 #museitaliani: la Festa dei Musei, così, sarà un momento non solo di iperconnessione, ma di vera e propria condivisione.
Prenotazione obbligatoria
prenotazioni@amicidi Capodimonte.org
Per saperne di più

tel. 081 7499130
mu-cap.accoglienza.capodimonte@beniculturali.it
http://musei.beniculturali.it/eventi/festa-dei-musei
In foto, il salottino di  porcellana a Capodimonte