Il museo si spoglia dei propri abiti impolverati che hanno resistito per secoli e si apre al territorio. Attraverso gli occhi dei bambini. Accompagnati dalla creatività e dall’impegno di chi nel mondo dell’arte contemporaneo si è tuffato da tempo, promuovendo la diffusione della bellezza attraverso laboratori didattici. E’ il caso dell’operazione svolta da anni dall’associazione culturale étant donnés presieduta  da Luigi Filadoro che, dopo aver realizzato lo scorso anno il percorso di assemblaggi creativi dedicato alla figura e all’opera del tedesco Joseph Beyus, proposti nel 2017 al Museo archeologico, è di nuovo in prima fila con i suoi allievi , questa volta al Museo di San Martino.
Nella mostra “Bambini e Musei”, (in corso fino al 31 maggio) sono raccolti i risultati delle visite e dei disegni “dal vero” realizzati con la collaborazione  del servizio educativo del Museo di San Martino, che ha guidato i giovanissimi visitatori alla scoperta del Museo e delle sue collezioni. L’esposizione è stata allestita con l’aiuto di una classe dei liceali del Giambattista Vico” di Napoli, che si sono trasformati in tutor anche all’inaugurazione, avvenuta la settimana scorsa. Primo prodotto reale dell’iter artistico, anche una piccola guida illustrata vista, appunto, dall’infanzia.

San Martino| ilmondodisuk.com
Qui sopra, il poster realizzato dall’Ic C 49° Toti Borsi Giurleo del quartiere Ponticelli. Sopra, un lavoro del 69simo Circolo didattico “S. Barbato” del quartiere Barra

E domani, domenica 20 maggio, alle 10.30, nella sezione navale gli alunni di una quarta del 38° Circolo Didattico “G. Quarati” di Napoli (che ha già realizzato un manifesto per la stessa sezione, foto) festeggeranno il museo, producendosin una performance di origami: daranno forma a barche con materiale trasparente.
Queste, le scuole coinvolte nel progetto: 38° Circolo Didattico di Napoli “G. Quarati”; 48° Circolo Didattico di Napoli “M. Claudia Russo”; 69° Circolo Didattico di Napoli “S. Barbato” ; IC “47° Sarria Monti”; IC “49° Toti Borsi Giurleo” Napoli; Liceo Statale  “G. B. Vico” Napoli.
Per saperne di più
http://www.polomusealecampania.beniculturali.it/index.php/certosa-e-museo
https://www.facebook.com/associazioneculturaletantdonnes/

 

 

 

 

 

 

 

RISPONDI