Mentre si attende la riapertura del bosco, lunedì 18 maggio,  il museo di Capodimonte lancia Buongiorno ceramica 2020 in versione digitale. Sabato 16 e domenica 17. Due gli appuntamenti in programma nel weekend sul sito web del Museo e Real Bosco di Capodimonte nell’ambito della rubrica quotidiana “L’Italia chiamò-Capodimonte oggi racconta”.
Domani sarà pubblicato un testo sulle raccolte di porcellane e maioliche presenti nel Museo e Real Bosco di Capodimonte, a cura di Maria Rosaria Sansone e Alessandra Zaccagnini, assistenti del Dipartimento Scientifico per le Arti decorative (Porcellane e Ceramiche).
Capodimonte conserva una collezione di porcellane fra le più importanti in Europa che, nel prossimo biennio, sarà oggetto di una importante e complessiva operazione di riallestimento e di valorizzazione.
Esposte nei vari allestimenti dell’Otto e del Novecento solo in piccola parte, le porcellane e le terraglie verranno esibite al pubblico nella loro totalità, con un allestimento da “Cabinet” che ne esalterà, oltre che la qualità, il numero e la varietà. Il numero e le varietà della raccolta (composta da oltre 6000 pezzi tra porcellane, biscuits, maioliche e terraglie) include oggetti delle più importanti manifatture italiane ed europee attive tra il XVIII e XIX secolo.
Domenica 17 sarà pubblicato un testo sulla manifattura storica della porcellana di Capodimonte e della Scuola Internazionale della Porcellana, a cura del dirigente scolastico Valter Luca De Bartolomeis dell’Istituto a indirizzo raro Caselli-De Sanctis (foto).
La Real Fabbrica di Porcellane, fondata da Carlo di Borbone nel 1743, e nel 1961 nella Casina della Regina nacque nell’edificio del Caselli De Sanctis, fondato con lo scopo di continuare l’antica tradizione artigianale e di ideare e sperimentare innovazioni nel settore della porcellana.
La scelta di unire la scuola e la fabbrica negli stessi antichi edifici, all’interno del Bosco, sottolinea l’intenzione di tracciare una linea di continuità con il passato. La Real Fabbrica continua a produrre mentre la scuola prosegue nell’antica tradizione fatta di abilità, esperienza, segreti, con l’innovazione tecnica della realtà contemporanea.
E durante tutto il weekend proseguirà sui profili social del museo la #MuseumWeek su Twitter, quest’anno in edizione speciale a causa della pandemia.
Per saperne di più
https://www.facebook.com/museodicapodimonte/

RISPONDI