Qui sopra, la Reggia di Carditello

Festa dell’Europa nella Reggia di Carditello. Venerdì 7 maggio, alle 15, cerimonia di premiazione per i sei studenti del territorio vincitori del programma Intercultura 2021/2022. Tra loro, anche Laura Morrone che ha vinto la borsa di studio in memoria di Giuseppe Mascolo, vittima della camorra.
Un messaggio di speranza e un gesto simbolico per condividere i valori di solidarietà tra i cittadini europei e incoraggiare il confronto tra i giovani coinvolti nelle attività della Fondazione, sede dal 2019 del Parlamentino studentesco e partner di Intercultura, nello spirito della dichiarazione universale sulla diversità culturale (foto) promossa dall’Unesco.
Spiega il direttore Roberto Formato: «Carditello è un sito inclusivo  e molto amichevole. Stiamo sviluppando numerosi progetti con comitati e associazioni locali per stimolare i più giovani, coinvolgendoli in attività di gelsicoltura e bachicoltura, e riaffermare l’identità del territorio, riqualificando antichi sentieri e impiantando piantine di gelsi».
Aggiunge Laura Russo, presidente del centro locale di Intercultura Sessa Aurunca: «La scelta di consegnare nel Real Sito di Carditello gli attestati ai vincitori delle selezioni esprime bene la nostra missione. Carditello è un simbolo di riscatto e rinascita per l’intero territorio».
Nel giorno in cui verranno premiati i ragazzi, alle 11, a Sessa Aurunca, nello scenario di Villa Roma, studenti e volontari collocheranno un albero donato dalla Cooperativa New Server, che parteciperà insieme alla Cooperativa sociale Al di là dei sogni.

RISPONDI