La nascita di una nuova casa editrice a Napoli riempie il cuore di speranza.  Mostrando come la cultura, i libri, le parole (ben) scritte siano una necessità, un modo di vivere e guardare al futuro.
E questo nuovo fiore che Partenope pianta nel suo giardino delle idee  si chiama  Langella edizioni: il debutto è annunciato dalla pubblicazione del libro Casomaicipenso – Nuovi dialoghi surreali con un libraio napoletano di Pasquale Langella accompagna da uno scritto di Pino Imperatore.
L’autore vi sintetizza il suo rapporto da libraio con il pubblico. In una libreria della storica Port’Alba dove Pasquale si confronta tutti i giorni con personaggi quasi surreali. Come sottolinea l’umorista Pino Imperatore nel racconto che apre il testo: la comicità involontaria è quello che più fa ridere.
Pasquale rientra nella categoria storicizzata dei librai/editori partenopei che ha anche un bel  bagaglio da scrittore  con Stupidario librario. Dialoghi surreali con un libraio napoletano (Napoli, Intra Moenia, 2017) e ’O libraro. Preludio di Massimo Gatta. (Imola, Babbomorto Editore, 2019).
Il suo nuovo  testo offre un’occasione per rilassarsi dalle tensioni e angosce che sta seminando il contagio da Corona Virus e dedicarsi alla lettura nella tranquillità della propria casa. Assaporando brio e saggezza degli aneddoti narrati. La risata come miglior antidoto alla paura di questi giorni.
Vi anticipiamo qualcosa delle esilaranti curiosità che vi troverete: c’è qualcuno che compra libri a metro per arredare la casa e che è convinto di poter trovar in libreria carta da  forno… Ne leggerete di tutti i colori… Buon divertimento.
©Riproduzione riservata 
In foto, ecco come  si presenta graficamente il libro ai suoi lettori tra le novità di questi giorni

RISPONDI