Fascino della storia e del teatro. Nel chiostro del complesso monumentale di San Domenico Maggiore, cuore antico di Napoli, continuano gli appuntamenti con la rassegna Classico contemporaneo, diretta da Gianmarco Cesario e Mirko De Martino, spazio dedicato al palcoscenico di autori emergenti, tra passato e presente.
Mercoledì 14 agosto, per la decima giornata mondiale della commedia dell’arte con Napoli Capitale Mondiale 2019, c’è Fabio Mangolini (foto),  vincitore del premio “ComeD’ORO”, ideato da Comedì per la divulgazione e la promozione della Commedia dell’Arte come forma di espressione spettacolare, unica e moderna. Alle 21.30 va in scena Il lazzo della musica e altre storie, Conferenza spettacolo sulla Commedia dell’Arte di e con Fabio Mangolini, maschere di Donato Sartori, organizzazione di Antonio Gargiulo.
Un attore spiega e mostra i segreti della Commedia dell’Arte attraverso le sue maschere. Il viaggio parte da Padova nel 1545 e arriva fino ai giorni nostri fra comicità e notizie preziose su una forma teatrale che, lo si vedrà, ci appartiene ancora oggi. Un attore da solo sulla scena che si trasforma da conferenziere a acrobata, da narratore di una storia meravigliosa a incarnazione della stessa storia.
Venerdì 16 e sabato 17 agosto, La bisbetica influencer, liberamente ispirato a “La bisbetica domata “ di William Shakespeare con  Francesca Romana Bergamo e Adriano Fiorillo, audio/luci  di Tommaso Vitiello, grafica di Daniela Molisso, scene di Resistenza Teatro, adattamento e regiadi  Diego Sommaripa.
Un amore nel 2019 può avere delle analogie con un amore vissuto alla fine del 1500?  Certo con una protagonista come Caterina è possibile. L’amore tesse una trama che attraversa secoli. Il fine non cambia: la giovane donna dovrà trovare marito, malgrado il suo carattere irascibile.
Caterina, nel 2019, però, vive in un mondo di apparenze: è una influencer  e trascorre il proprio tempo tra parrucchiere, centro estetico e palestra. Inoltre, ama sparlare di sua sorella Bianca, conduce la sua vita in maniera “ distaccata “  come se vivesse in un tempo sospeso… in attesa della  cosa immateriale più materiale che esista : l’amore… Finché nella sua vita irrompe il bel Petruccio…
Domenica 18 e lunedì 19 agosto,  ecco I Menecmi da Tito Maccio Plauto con Arianna Cristillo, Diego Sommaripa, Antonio Gargiulo, Ciro D’Errico, Dalila Paragliola, Sara Saccone, Vito Pace, Diana Maggio, scenotecnica do Melissa De Vincenzo, regia Antonio di Gargiulo.
Un classico rivisitato dalla compagnia Extravagantes: impressiona sempre come un meccanismo comico, dinamiche di interrelazione tra personaggi e compimento di una trama ordita, vecchi di 2000 anni, possano generare  reazioni ilari nel pubblico, allora come oggi.
Commedia degli equivoci farcita dall’eterno mito del doppio, che mette in crisi il sé.  Raccontato con ritmi comici tra frizzi e lazzi, personaggi grotteschi e situazioni paradossali.
Per saperne di più
Teatro TRAM via Port’alba 30 Napoli
tel. 0811875 2126
whatsapp 342 1785 930
email. info@teatrotram.it