Se un fratello sta davanti alla porta e bussa, uno lo accoglie a braccia aperte, senza chiedere quanto gli verrà a costare. E’ il concetto di solidarietà espresso dallo scrittore e filosofo tedesco, Ernst Jünger. Un autore, che pur essendo stato accusato di essere filonazista, avrebbe qualcosa da insegnare ai suoi compatrioti sul tema. Le sue parole sembrano scritte espressamente per quei paesi riluttanti come la sua patria, ma anche l’Austria e l’Olanda, che  sono rinchiusi nel loro egoismo, pur dando segnali, a tratti, di  umana partecipazione alla tragedia che ha investito le altre nazioni europee.
Ma a livello globale, la parola solidarietà ha  buona reputazione e sta nuotando nel mare della partecipazione universale con lunghe bracciate attraverso le più svariate iniziative. E tante sono quelle che si stanno sviluppando sul nostro territorio. Anche gli artisti sono in prima linea per dare una mano contro il Covid-19.
Lo fa su facebook il napoletano Antonio Conte, che dalla sua pagina scrive:  «Leggo di spese sospese e solidali nel mio quartiere e in tanti altri quartieri della mia città. Ho iniziato a farlo anche io e vorrei provare da artista a fare di più, come tanti altri artisti già stanno facendo. Qualche anno fa ho realizzato con Lucia Longo questo libro che si chiama Contaminarsi. Mai parola fu più bella per il nostro progetto e mai parola è più adatta in questo momento storico. Di questo libro abbiamo realizzato delle stampe a tiratura limitata per ogni singola tavola. Metto in vendita tutte le mie stampe firmate e numerate a 10 euro l’una. Scegliete la vostra contaminazione».


Così l’arte cerca una strada per aiutare gli altri: «L’intera cifra- continua- verrà di volta in volta messa a disposizione per la spesa solidale. Sono in contatto con alcune associazioni e singole persone che si danno da fare. Non è più il tempo di mostre alla finestra. Possiamo provare a fare di più. Chiunque fosse interessato può scrivermi in privato, sotto al post o al mio numero 3490550376. Condividete con me questo momento. Prenotate la vostra opera e appena sarà possibile muoversi ci organizziamo per la consegna a mano e le spedizioni. Tutto nella massima trasparenza e fiducia reciproca. Tutto verrà scritto in quest album. Ogni singolo euro. Ognuno di noi può fare di più di quello che crede. Aiutiamoci tra di noi e restiamo umani».
Restiamo umani. Ogni tanto abbiamo bisogno di qualcuno che ce lo ricordi. Abbracciamo la contaminazione contro il virus. Ci verrà a costare meno di un aperitivo ai baretti… E porteremo a casa nostra un po’ di bellezza.
In foto, Antonio Conte e due delle stampa messe in vendita