Il progetto DecumArt – Teatro e nusica nel Centro Antico di Napoli, che vede quali organizzatori Tcc Teatro, Unione Musicisti e Artisti Italiani, Coop En Kai Pan e Associazione teatrale Aisthesis, in una sinergia di grande interesse, intende valorizzare il patrimonio storico artistico del centro di Napoli, già patrimonio Unesco, diffondere la cultura teatrale e musicale italiana e campana e promuovere un turismo consapevole e responsabile. Ad una serie di eventi quali spettacoli e recital, si affiancheranno concerti ed eventi collaterali non solo in luoghi monumentali del centro storico, ma anche in luoghi di difficile accesso e scarsamente conosciuti.
Una programmazione variegata e  di grande interesse, 25 in tutto gli eventi previsti con ben 15 anteprime assolute. La rassegna teatrale si apre con “La nascita di Pulcinella”, da un’idea di Luca Gatta e scritto da Gennaro Petrone,  l’11-12 e 13 aprile presso la chiesa di Santa Marta, il 2-3 maggio andrà in scena nella Chiesa della Graziella “Le tragicomiche avventure del conte di Cagliostro”, per la regia di Luca Gatta e scritto da Stefania Bruno. Il 30 ed il 31 maggio, invece, un recital sulle opere di Raffaele Viviani nella splendida cornice della chiesa di Sant’Angelo a Nilo.
Il 5 aprile aprirà invece la rassegna musicale “Il canto della sirena” (foto) concerto di Fiorenza Calogero e Marcello Vitale presso la Chiesa di Sant’Aniello a Caponapoli. Il 23 e 24 aprile sarà la volta di Alma Partenope in concerto, il gruppo composto da Gianni Guarracino e Leo D’angelo si esibirà nella chiesa di Santa Marta. Nella stessa chiesa avrà luogo, il 25-26 e 27 aprile il concerto “All’ombra del Vesuvio, canti e suoni “ di musica popolare.
Profumo di Tango è invece il titolo del concerto che si terrà il 4 maggio nella Chiesa di Sant’Aniello a Caponapoli, che proporrà classici legati alle radici di questo ballo fino ad arrivare al tango nuevo e a Piazzolla.
Molto interessante anche la proposta di SUD- Massimo Ferrante in concerto, il 9 maggio presso la chiesa di Sant’Aniello a Caponapoli, un concerto che proporrà una sorta di antologia della Canzone popolare del Sud Italia, facendo riferimento a grandi della tradizione come Ciccio Busacca, Domenico Modugno, Matteo Salvatore ed Otello Profazio.
Il 10 e 11 maggio sarà poi la volta del recital Serenata Alchemica. Nel 248à anniversario della morte di Raimondo di Sangro e nel ricordo dell’artista e studioso di esoterismo Mario Buonoconto, scomparso nel 2003, la pianista Maria Grazia Ritrovato e lo scrittore Martin Rua danno vita ad un incontro tra musica e parole.
Il 17 maggio, presso il chiostro di San Lorenzo Maggiore, si esibiranno in concerto Francesco Forni e Ilaria Graziano.
Una straordinaria scommessa quindi  quella di artisti, sigle e associazioni che hanno promosso DecumArt che si configura come iniziativa indipendente, nata senza il sostegno di fondi pubblici.
«Abbiamo unito le nostre energie – spiegano Tiziana Sellato e Gennaro Sarnataro, organizzatori della rassegna con Franco Branco – per realizzare un progetto di rete. Si tratta della prima offerta integrata per napoletani e turisti, che unisce proposte musicali e teatrali di qualità agli itinerari di scoperta del grande patrimonio storico e monumentale del centro storico. Un abbinamento importante per ritrovare, attraverso lo spettacolo e la cultura, le nostre radici».
Per saperne di più
https://www.facebook.com/DecumArt/