Alla Fondazione Premio Napoli continua la rassegna “Gli autori dialogano con i lettori”. Mercoledì 24 ottobre 2018, alle 17, a Palazzo Reale – Piazza del Plebiscito, 1. Giovedì 25 ottobre 2018, alle 10, al Liceo “Giordano Bruno” – Incontro con gli studenti di Arzano in Via Volpicelli.
Doppio appuntamento per Giorgio Falco. Presenti a entrambi gli incontri Domenico Ciruzzi e Alfredo Contieri, presidente e vicepresidente della Fondazione Premio Napoli.
Il libro di Falco “Ipotesi di una sconfitta” è il ritratto di un uomo e di un intero Paese che tra gli anni Sessanta e i giorni nostri ha attraversato una serie di mutazioni. Un romanzo sul lavoro, che da narrazione epica si trasforma in cronaca di un fallimento.
Da bambino l’autore amava la divisa da autista degli autobus, che il padre indossava ogni giorno, tanto che a Carnevale voleva vestirsi come lui, anziché da Zorro. A partire da questa passione fanciullesca inizia il racconto delle innumerevoli esperienze professionali dell’autore, cominciate durante il liceo per pagarsi una vacanza mai fatta.
Operaio stagionale in una fabbrica di spillette che raffigurano cantanti pop, il papa e Gesù, per 5 lire al pezzo. Venditore della scopa di saggina nera jugoslava, mentre in Jugoslavia imperversava la guerra. Aspirante imprenditore di un’agenzia che organizza «eventi deprimenti per le élite». Redattore di finte lettere di risposta ai reclami dei clienti. Una lunga catena di lavori iniziati e persi, che conduce Falco alla scelta radicale di mantenersi con le scommesse sportive. È la fine, o solo l’inizio. Perché questa è anche la storia di un lento apprendistato per diventare scrittore. E di come possa vivere un uomo incapace di adattarsi.
Il ciclo d’incontri , ideato e organizzato da Carmen Petillo, è preludio della 64esima edizione del Premio Napoli, che conferma ancora una volta il suo spirito colto e al contempo popolare: i riconoscimenti, che rappresentano il risultato dei voti espressi da più di 1.300 “giudici lettori”, a partire dalle terne finaliste selezionate da una giuria tecnica, saranno consegnati nel corso della cerimonia in programma martedì 18 dicembre al Teatro Mercadante.
In alto, lo scrittore Giorgio Falco