Galleria Toledo Cinema 2020.  Dopo il primo appuntamento cinematografico dell’anno nello spazio teatrale dei Quartieri Spagnoli diretto da Laura Angiulli, con  un suggestivo documentario sull’alta montagna, Manaslu, La montagna delle anime, del regista austriaco Gerald Salmina,  ecco L’ora d’acqua sabato 18 gennaio, alle 20.30.
Il corpo dell’essere umano è costituito al 70 % di acqua; il mare copre per il 70% la superficie del pianeta Terra. Il legame dell’uomo con  questo elemento è dunque atavico, biologico, complementare. Garantire la connessione tra il solido e il liquido è ricercare il senso della vita, che incomincia dall’immersione nel ventre materno.
Claudia Cipriani racconta  in questo bio-pic la storia dell’amicizia tra un palombaro e un bambino e del grande amore per il mare, che li accomuna. Sullo sfondo, la chiglia della Costa Crociera si staglia tristemente, arenata sui fondali dell’Isola d’Elba. In questa scenografia sommersa il racconto di vita vissuta e di come possa essere il punto di partenza per una riflessione sul Mediterraneo, per come lo abbiamo ridotto.

Mauro è un sommozzatore che lavora a grandi profondità sotto le piattaforme petrolifere, in mezzo al mare. Respira elio e deve vivere in una camera iperbarica di 8 mq per la maggior parte dell’anno. Nel tempo libero, gli piace insegnare al suo piccolo amico Milo come immergersi e gli trasmette la passione per il mare e le sue leggende. A un certo punto, mentre è a largo della Libia, Mauro si rende conto di essere stufo della vita sulle piattaforme e cerca di realizzare il suo sogno d’infanzia: recuperare le navi affondate. Su tutto si staglia l’ingombrante e tragica sagoma semi-affondata della Costa Concordia.
Per saperne di più
http://galleriatoledo.info
segremteria.galleriatoledo@gmail.com