Quando le note di melodie rinascimentali hanno invaso l’ampio e bel cortile del liceo Palizzi di piazzetta Salazar, l’emozione è stata grande. Sul podio, il dirigente scolastico, Giuseppe Lattanzi che, passo dopo passo, in un lungo anno di lavoro, ha costruito questo spettacolo intitolato Fantasia di suoni, danze e colori.
Un intreccio delle arti reso possibile solo dalla particolarità di questo liceo che – da tre anni a questa parte – oltre ai tanti indirizzi artistici (moda, grafica, design del libro, design del legno, fotografia, metalli ed oreficeria, linguaggi visivi) include anche il liceo musicale e, unico a Napoli, il liceo coreutico.
Patrizia Mauro, docente di Architettura e scenografa, con i suoi allievi ha provveduto alle intense scenografie, così come Francesca Meglio e il suo laboratorio di moda e costume ha provveduto agli abiti di scena delle danzatrici. Foto e video sono stati curati da Peppe Esposito e dai suoi allievi.
 I docenti di musica, dalla violoncellista Chiara Mallozzi al docente di Tecnologia musicale, Carlo Manguso con gli altri professori dei vari strumenti  musicali, Alessandro Siniscalco, Paolo Sozio, Paola Astarita,  Roberta Laviano, Francesco Lubrano, Francesco Sicignano, Rosario Di Meglio e la docente di canto Cinzia Rizzone hanno suonato e guidato sapientemente i ragazzi delle tre classi (prima, seconda e terza) del liceo musicale dando vita ad una performance interessante, che ha spaziato dalle musiche rinascimentali alle musiche dei più noti film come New York New York per poi concludere con una carrellata napoletana della tradizione classica.

lattanzi| ilmondodosuk.com
L’assessore Alessandra Clemente con il dirigente Giuseppe Lattanzi

Contemporaneamente, le allievi e gli allievi del liceo coreutico (primo, secondo e terzo anno) guidati dalle docenti Annamaria di Maio, Susanna Serafini  e Francesca Sestili  hanno volteggiato agili, illuminate dalle luci della sera e dall’entusiasmo di un pubblico incontenibile.
Gradevolissima la coreografica con gli ombrelli di Singing in the rain. Anche l’accento vagamente cinese di Alex Jin, studente del primo anno con gli occhi a mandorla, ha regalato emozioni nell’interpretazione di Spingule francesi così come sono state apprezzabili le esecuzioni canore di Simona Papi e il violino della bella Fabiana D’Auria, allieve della terza N.

L’assessore ai giovani Alessandra Clemente, ha presenziato all’intero spettacolo inserito nel “suo” Giugno Giovani e ha regalato a tutta la comunità scolastica il suo entusiasmo e il suo apprezzamento in un discorso che è stata un’incitazione a continuare e a coltivare la passione.
Una nota di merito doverosa va anche allo staff organizzativo che ha lavorato dietro le quinte per la riuscita dello spettacolo, dai collaboratori scolastici allo staff di vicepresidenza composto dai professori Giacomo D’Alterio, Aldo Fiorillo, dalle professoresse Stefania Matino e Stefania Chiuchiarelli, Alexandra Abbate e alla responsabile della comunicazione, professoressa Linda Irace.

Un bis di Funiculì funiculà, tra l’entusiasmo generale,  ha concluso la serata che si replicherà in numerose location. Prossima data, il 5 giugno alle ore 19 al teatro Trianon.

Qui sopra e nella foto in alto, due momenti dello spettacolo. Gli scatti di questa pagina sono di Nando Calabrese
Qui sopra e nella foto in alto, due momenti dello spettacolo. Gli scatti pubblicati in questa pagina sono di Nando Calabrese