Fiera del risultato. Brillavano gli occhi d’orgoglio alla dirigente  Carmela Maria Napolitano dopo l’annuncio del console generale di Francia  a Napoli, Laurent Burin des Roziers.
Vincitori della quinta edizione di  Goût de France che si è svolta ieri all’Istituto francese di via Crispi 86 nell’ambito delle celebrazioni dei suoi primi 100 anni,  gli  studenti della scuola alberghiera Carmine Russo di Cicciano da lei guidata. Una struttura scolastica che conta 1300 allievi, tra cui 100 diversamente abili, perfettamente inseriti nella loro voglia di  futuro tra accoglienza e ristorazione.
Emozionata ma  spedita la giovane cuoca nella sua descrizione in francese del piatto che andava a proporre  come rappresentante della sua squadra con gli altri 3 compagni/chef e il docente che  li ha affiancati. Una torta tropézienne (immagine in alto) decorata con i colori della nostra terra, profumata di arance e limoni, soffice brioche accarezzata dal tocco delicato di un cremoso melange.
La giuria, tra esperti , giornalisti e autorità, ha applaudito al dessert ma anche al talento dei presenti. Al secondo posto l’istituto  Duca di Buonvicino di Napoli. Per tutti  medaglia e diploma di partecipazione.
I primi classificati andranno a Marsiglia
per un’esperienza formativa alla scuola  La Cadenelle dal 12 al 16 maggio, ai secondi (che hanno realizzato la crema di fave con pancetta croccamte) sarà offerto uno stage gastronomico di 3 giorni in Campania. A chi ha partecipato (anche l’Ugo Tognazzi di Pollena Trocchia e il Vittorio Veneto di Napoli) resta la soddisfazione di aver contribuito a  creare forti suggestioni in una  indimenticabile serata provenzale, tra sapori mediterranei.
Le foto della serata sono di Valérie Agnes Michele Paillard