Facciamo luce sul teatro. I palcoscenici italiani si illuminano squarciando anche per poche ore l’oscurità propagata dal Covid. Su invito di Unita (Unione Nazionale Interpreti Teatro e Audiovisivo), dei sindacati uniti Cgil, Cisl e Uil e del Coordinamento Arte e Spettacolo Campania, lunedì 22 febbraio, dalle 19.30 alle 21.30.
Un’iniziativa cui aderisce, tra gli altri, il Teatro Nuovo di Napoli (foto) a quasi un anno dall’ultimo spettacolo, con Il Mercadante, il San Ferdinando e altre sale teatrali che fanno capo al Teatro pubblico Campano. Apriranno le sale e accenderanno le proprie luci, a sostegno dei lavoratori dello spettacolo dal vivo e della riapertura degli spazi.
Un’apertura simbolica per tenere alta l’attenzione su uno dei settori maggiormente colpiti dai provvedimenti governativi di sospensione delle attività, come misura di contrasto all’emergenza Covid-19.
Luci accese, dunque, per dare un segnale forte, affinché si torni immediatamente a parlare di Teatro e di spettacolo dal vivo, che si torni a nominare, si programmi e si renda pubblico, prima possibile, un piano per una riapertura in sicurezza di questi luoghi.
Tutti gli artisti, le maestranze e il pubblico sono invitati a condividere questa iniziativa, a diffonderla sui social e ovunque possibile, per sostenere la cultura, per sostenere tutto il settore e la sua ripartenza in tutta sicurezza.
L’obiettivo è che questi luoghi tornino simbolicamente a essere ciò che da 2500 anni sono sempre stati: piazze aperte sulla città, motori psichici della vita, di una comunità.
Per saperne di più
www. teatrodinapoli.it
https://www.facebook.com/teatropubblicocampano

 

RISPONDI