Il Mann incontra la Fondazione Premio Napoli. Con “Intrecci d’autore”. Un’idea nata in  in un pomeriggio d’estate: creare una bella sinergia per due eventi culturali. Punto d’incontro:  una comune visione di apertura al territorio e ai suoi cittadini. Strategia messa a segno dai responsabili delle due istituzioni, Paolo Giulierini, che ha dato nuovo slancio al Museo archeologico nazionale della città, uno di più prestigiosi al mondo, e Domenico Ciruzzi,  noto avvocato penalista, artefice del nuovo corso della Fondazione di Palazzo Reale, spalancata ai lettori.
Lunedì 22 ottobre alle 17 nella Sala conferenze dell’ArcheologicoElio Pecora, finalista nella sezione “Poesia” dell’edizione 2018 del Premio Napoli, incontrerà il pubblico di lettori per rivelare le suggestioni della raccolta “Rifrazioni” (Einaudi, 2018):  Giulierini porterà il suo messaggio di benvenuto a un grande protagonista della letteratura italiana contemporanea.
“Rifrazioni” è il ventesimo libro di poesie di Elio Pecora. Un vasto poema cresciuto su se stesso assorbendo pensieri e figure, momenti di riflessione e frammenti di memoria. Immagini di una realtà personale e storica che riaffiorano e si intrecciano nella limpida classicità di pronuncia di un autore sempre fedele a se stesso e indifferente alle tendenze letterarie.
Venerdì 23 novembre alle 17.30 nella sede della Fondazione, la storica dell’arte e giornalista Fabiana Mendia presenterà il libro “Il gusto di raccontare. Crostacei, molluschi e frutti di mare nei dipinti, sulle tavole e nelle cucine” (Timìa Edizioni, 2018): introdurrà ol presidente Ciruzzi.
L’autrice, già protagonista di una conferenza dedicata a Winckelmann e programmata al Mann nel 2017, è presidente dell’associazione “Arte in diretta”, che favorisce la diffusione di contenuti culturali tramite nuovi linguaggi della comunicazione;  sarà affiancata, durante l’evento, da Claudio Novelli e Enrico Mascelloni, che saranno accompagnati dalle letture di Yuri Napoli.
In foto, Elio Pecora e la copertina del suo libro

.