Weekend al castello. Per scoprire ambienti non sempre accessibili al pubblico. Così si inaugura un mese speciale al Maschio Angioino di Napoli grazie alle associazioni Timeline Napoli e IVI-Itinerari Video Interattivi.
Venerdì 1 giugno (alle 17.30), “Viaggio alla corte degli Aragona: dalle torri al trono” : evento ideato per celebrare la data storica dell’ingresso a Napoli di Alfonso V.
Era il 2 giugno 1442 quando Alfonso d’Aragona riuscì a espugnare la città di Napoli. La guerra di conquista del regno durò a lungo, con alterne fortune: quattro anni prima, un tentativo di attacco a Renato d’Angiò, sempre sul suolo partenopeo, costò con la vita di Pietro d’Aragona. Ma Alfonso non rinunciò a combattere e, nel novembre del 1441, riuscì ad assediare i territori del regno, arrivando alle porte della città. Un anno dopo l’ingresso, nel 1443, proclamò il Regno delle Due Sicilie.
La corte aragonese fu una delle più vivaci d’Europa, popolata da artisti e da intellettuali come Lorenzo Valla. Il mecenatismo di Alfonso gli valse anche l’appellativo di “il Magnanimo”. Il sovrano, dopo aver conquistato Napoli, non tornò mai più in Aragona e si spense nel castello il 27 giugno 1458. Per conoscere la sua storia e l’amore che lo legò a Lucrezia d’Alagno basta  prenotare ai numeri  3273239843 o 3317451461 (biglietto 12 euro per adulti).
E da sabato 2 giugno, dal lunedì alla domenica , sarà possibile visitare il castello (anche in diverse lingue straniere) attraverso itinerari tematici dedicati al periodo aragonese a Napoli: si potrà scegliere (sempre su prenotazione obbligatoria) una singola visita o un biglietto scontato per due itinerari, tra i quattro percorsi “La fortezza del tempo”, “Archeologia sottosopra”, “Graal tra storia e mistero” e “Il segreto celato”.
In alto, panoramica del castello in una foto di A. Giuliano
Per saperne di più
https://www.facebook.com/projectivi/