Un video contro i luoghi comuni. Lo lancia L’antica pizzeria da Michele in the world, insieme alla casa di produzione Factory Fatelardo di Egidio Cerrone – Puok. S’intitola The wolves of Forcella e ammicca al film di Scorsese The wolves of Forcella (foto)  ovvero la storia di Jordan Belfort, spregiudicato broker di New York, interpretato da Leonardo Di Caprio.
Il messaggio: a Napoli si può fare impresa a livello mondiale con i prodotti tipici del territorio, senza scadere negli stereotipi e mantenendo alta la qualità.  Niente più mandolino, Pulcinella e pizza: nel mondo è tempo di lasciare spazio all’imprenditoria in questo campo, che mantenga un taglio manageriale.
Spiega Alessaandro Condurro, con Daniela general manager della pizzeria: «Il pizzaiolo si toglie il ‘mantesino’ e indossa la giacca da manager per puntare al mondo che ancora non conosce le eccellenze campane. Abbiamo deciso di condividere la nostra idea attraverso un video ironico che potesse arrivare a tutti».
La Michele in the world continua così la sua corsa al mercato mondiale, attualmente dominato da marchi internazionali come Pizza Hut, Domino’s Pizza e Papa John’s, puntando al target di clientela dei grandi franchising, che vantano oltre 11mila locali, e mantenendo la stessa qualità della pizzeria madre di Forcella.Da Napoli parte dunque la sfida alle multinazionali della pizza per il prodotto simbolo.