Protagonista, la Mater matuta. Nella bellissima cappella del Pio Monte della Misericordia rischiarata dalla geniale opera di  Caravaggio, ecco fino all’11 novembre, il progetto curato da Davide Caramagna.
L’esposizione si collega al progetto “La Mater Matuta – in  Mario Schifano e Gennaro Vallifuoco” (foto), ideato in occasione del ventennale della scomparsa del Maestro Mario Schifano e realizzato grazie alla collaborazione della Fondazione Domenico Tulino, con il patrocinio della Giunta Regionale della Campania – Assessorato all’Istruzione, Politiche Sociali e Giovanili – Assessorato allo Sviluppo e Promozione del Turismo, del Comune di Napoli e dell’Accademia di Belle Arti di Napoli. Durante il periodo espositivo presso la Baccaro Art Gallery di Pagani saranno esposte in anteprima opere del ciclo Mater matuta di Gennaro Vallifuoco.
Obiettivo: portare all’attenzione del grande pubblico la produzione artistica relativa al ciclo delle Matres Matutae, realizzato negli anni tra il 1995 e 1996, grazie alla visione delle prestigiose opere nel Museo Campano, su commissione dell’imprenditore avellinese Domenico Tulino e che ha portato alla produzione di 18 tele e 10 disegni, che rappresentano, forse, l’ultimo ciclo di opere da lui realizzate prima della prematura scomparsa. Le opere furono esposte una sola volta nel 2008 in occasione del decennale della scomparsa del Maestro e costituiscono un importante momento di riflessione artistica, in quanto unica occasione in cui Schifano abbia rappresentato il tema sacro.
A dare ancora più vigore all’immutato e duraturo fascino della figura della madre,  l’opera contemporanea di Gennaro Vallifuoco, artista, pittore, scenografo, profondamente legato nella sua produzione artistica al simbolo della Mater Matuta. Stretto collaboratore del Maestro Roberto De Simone, Vallifuoco, nella sua polivalenza di linguaggi e poetiche pittoriche, affrontò per la prima volta il tema della Mater Matuta nella realizzazione della scenografia teatrale del Re bello (2004) dello stesso De Simone.
Nella cappella sono esposte tre opere di Schifano e di Vallifuoco, che incontreranno le Sette opere di Misericordia di Caravaggio, in un inedito incontro volto alla conoscenza insieme dell’arte classica e contemporanea, attraverso il tema universale della Mater Matuta. Preludio al più grande progetto di mostra congiunta dei cicli di Mario Schifano e Gennaro Vallifuoco che avrà luogo a Napoli nel 2019.
Si svolgeranno anche  giornate di studio al Museo campano di Capua dedicate alla conoscenza della figura della Mater Matuta e alla sua interpretazione pittorica da parte  dei due artisti, insieme a un altro momento espositivo in Villa Giulia a Roma.