Simposio d’arte contemporanea internazionale di Scampia. Fino al 6 luglio. La manifestazione  è  promosso da Occhi Aperti società cooperativa sociale Onlus: una settimana di incontro, contaminazione e scambio tra artisti provenienti da diversi Paesi del mondo e il quartiere.
 Dal 2009 un ponte artistico tra Napoli, l’Europa e il mondo. Da Scampia sono passati, e a volte tornati, artisti e artiste provenienti da paesi europei (Austria, Croazia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Romania, Spagna), dall’Oriente (Cina, India, Iran), dall’Africa (Iraq e Senegal), dall’America (Brasile).
Curata da Fabio Cito con il gruppo di ragazzi Nophoto, la kermesse, quest’anno, dal titolo Lo Specchio, affronta i temi dell’individualità a contatto con l’immagine di sé. Obiettivo: restituire un’immagine autentica dell’abitante di Scampia, resa artificiale e costruita dal racconto dei mass media. Ricostruzione di uno spazio soggettivo e intersoggettivo sincero, in un rispecchiamento fedele e reale dell’individuo.
Il quartiere diventa scenario di pittori, scultori, fotografi, poeti, che trasformano il quartiere in un laboratorio d’arte offrendo ai cittadini la possibilità di assistere e partecipare alla realizzazione dei loro lavori in itinere. Così gli autori coinvolgono 100 persone (donne, bambini, adolescenti) in un intreccio di danza, pittura, fotografia.
Questi gli artisti (foto) protagonisti di una mutazione creativa di questo angolo cittadino  sotto tiro mediatico di cronaca nera:  la francese Delphine Manet; il  turco Evrim Ozeskici; la finlandese Katja Jhuola; il senegalese Mor Talla Seck; l’iraniana Sanya Torkmorad-Jozavi; la rumena Smaranda Moldovan;  l’inglese Tony White; gli italiani Franco Umbertini, Grazia Simeone e Vittorio Tonon.
Si chiude venerdì 6 luglio, alle 17,30, all’Auditorium Fabrizio D’Andrè (viale della Resistenza 31), con una festa. I lavori realizzati dai bambini, dagli adolescenti e dalle donne coinvolte nei laboratori diventano una mostra a cielo aperto e fanno da cornice alla consegna al quartiere delle opere realizzate dagli artisti.
Partner dell’iniziativa: Centro Educativo Luigi Scrosoppi – C.E.Lu.S., Centro Insieme onlus Le Vele, Centro Hurtado, Associazione AQuaS, Associazione donne in rete Dream team, GRIDAS, Associazione Arrevutammoce, Consorzio di cooperative Proodos, rete C.G.M, Rete Lasalliana ConSidera, Associazione Vox Alterna.
Per saperne di più
occhiaperti.onlus@gmail.com
 tel. + 39 328 189 27 70 – + 39 347 3364487