«Inviatemi i vostri video e ne farò un docufilm». Lo chiede dai social l’attore e regista partenopeo Gianfranco Gallo che come tanti colleghi dello spettacolo ha fatto sua la campagna #iorestoacasa lanciandola dal Tgr.
Un appello rivolto, prima di tutto, ai negozianti, a tutti coloro che hanno un’attività commerciale e che possano mostrare come gradualmente, a causa dell’attuale emergenza sanitaria, la loro giornata lavorativa stia cambiando.
In tanti hanno già inoltrato alla mail indicata  stabilegirovaga@gmail.com immagini e video che documentano la chiusura dei negozi imposta del decreto del premier Conte.
Spiega Gallo: «Racconterò a mio modo questi momenti, attraverso le testimonianze  di  quello che accade, di quello che pensate e delle vostre rinunce. Quelli che lavorano possono far emergere attraverso le immagini il loro quotidiano, le loro paure, la loro condizioni».
E continua: «Il 10 marzo vi chiesi i video del momento in cui stavate per chiudere per decreto i vostri locali. Adesso vorrei che mi documentaste in video la vostra quarantena. Cerco racconti visivi di volti, edifici, interni, famiglie, single, di un mondo cambiato».
Una sollecitazione rivolta soprattutto alle donne: «Il loro rapporto con i sensi è eccezionale, loro sanno raccontarli, come spesso non sanno fare i maschi, loro vivono tutto riuscendo a organizzare a volte pure l’istinto senza perdersi la sua Bellezza».
In foto, Giancarlo Gallo in quarantena a casa