Teresa| ilmondodisuk.com
Qui sopra, la copertina del libro. In alto, le luci del noir

Noir e rosa alla libreria Iocisto del Vomero. Napoli propone il thriller al femminile nella libreria  di piazza Fuga, giovedì 6 dicembre alle 21. Evento speciale con cena a numero chiuso: arriva per la prima volta in città Chiara Moscardelli con Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli, pubblicato per la Giunti.
Per partecipare è obbligatoria la prenotazione al numero 081.5780421. Tra una pietanza e un bicchiere di vino, la scrittrice sarà presentata da Maurizio Ponticello, attuale presidente dell’associazione Napolinoir, e dalla giallista Caterina Lerro, che cura anche l’angolo “La mannaia di Miss Marple”. Il ciclo di incontri è in collaborazione con la libreria Iocisto, è patrocinata da Fondazione Plart e vanta un media partner nazionale del settore, il giornale-portale Thrillernord.it che, per tutti gli appassionati, rilancerà gli eventi in diretta web.
Nonostante l’incalzante ritmo da giallo,  il libro cattura l’attenzione del lettore per la sua freschezza e il tono sempre leggero anche nelle parti più drammatiche. Superati i quaranta un uomo diventa interessante, una donna zitella, ma la protagonista del libro, Teresa Papavero, non se ne cruccia: ha ben altre preoccupazioni.
Dopo avere perso l’ennesimo lavoro in circostanze a dir poco surreali, decide di tornare a Strangolagalli, borghetto a sud di Roma nonché suo paese nativo, l’unico posto dove poter ricominciare in tranquillità. E invece la tanto attesa serata romantica con Paolo, conosciuto su un social di incontri, finisce nel peggiore dei modi: mentre Teresa è in bagno, il ragazzo si butta dal terrazzo.
Suicidio? O piuttosto, omicidio? E così, tra affascinanti investigatori, carabinieri di paese, reporter d’assalto e misteriosi sconosciuti, Teresa si trova risucchiata in una girandola di intrighi, in un susseguirsi di imprevedibili colpi di scena. Un appuntamento da non perdere per conoscere da vicino il genere rosa crime.
Romana, con domicilio milanese,  Moscardelli ha debuttato nella scrittura con il romanzo Volevo essere una gatta morta diventando,  (ripubblicato da Giunti in edizione tascabile nel 2016), ha avuto un grande successo di una delle penne più frizzanti e apprezzate del panorama letterario italiano.