Napoli si organizza. L’assessorato alla cultura e al turismo lancia un ricco palinsesto online. Da ieri, con hashtag #nonfermiamolacultura mini concerti, piccole performance, workshop, sketch, presentazioni di libri, anteprime delle mostre che si stavano per inaugurare nei musei e negli spazi espositivi cittadini, talk con personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura, pièce teatrali. Da seguire su https://www.facebook.com/assessoratoallaculturaealturismodelcomunedinapoli/?ref=bookmarks.
Un programma che si amplia a vista d’occhio: tanti gli artisti che proporranno  eventi  gratuitamente  per arricchire le giornate di chi è costretto a casa in queste ore, in questi giorni difficili. Per lo più live, altre volte dei contributi registrati, fruibili via social, gratuitamente.
Sarà aggiornato sulla pagina Fb con un post in evidenza che darà notizie degli appuntamenti.
Tra i protagonisti  di questa nuova onda culturale: Samuel Subsonica, Pau dei Negrita, il maestro Michele Campanella, il cast artistico di Pianocity, Dario Sansone, Valerio Jovine, Maurizio Capone, Paolo Jorio (direttore del Museo Filangieri, foto, e del Tesoro di San Gennaro), il direttore del Mann Paolo Giulierini, il direttore del Real Bosco e Museo di Capodimonte Sylvain Bellenger, Zulù (99 Posse), Massimiliano Jovine (99 Posse), Marco Messina (99 Posse), Enzo Gragnianiello, Ciccio Merolla, Carlo De Rosa dei 29e30, Eugenio Bennato, Maurizio Affuso degli Rfc, Carmine D’Aniello degli ‘o Rom, Peppe Iodice, le Mujeres. Creando sono solo alcuni dei nomi e delle personalità che in queste ore stanno facendo a gara per prendere parte a questo nuovo format, tutto virtuale, dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo di Napoli.
Spiega l’assessora Eleonora de Majo: «Il nostro ruolo è divulgare contenuti e saperi creando assembramenti. Con le disposizioni imposte dai Dcpm finalizzate al contenimento del virus ci siamo interrogati su come poter continuare a lavorare con nuove modalità che l’emergenza ci detta. Ci #siamofermatiperriipartire e ora siamo pronti: #nonfermianolacultura è la nostra prossima sfida a cui, nonostante la crisi, generosamente sta chiedendo, ora dopo ora, di aderire tutto il nostro comparto di riferimento, dimostrando l’incontenibile energia positiva che solo l’arte e la cultura sanno sprigionare».

 

 

RISPONDI