Reinventare un grande classico, destrutturarlo e ricomporlo in una nuova realtà scenica. Ci ha pensato la compagnia romana Gli Artimanti con Carlotta e il giovane Werther, sul palco dello spazio teatrale Quartieri Airots, via Carlo de Cesare 9, dall’11 al 13 gennaio. Lo spettacolo, liberamente ispirato a “I dolori del giovane Werther” di J.W. Goethe, sposta il punto di osservazione, libera Werther dai suoi dolori per indagare negli abissi del pensiero femminile, di una vita solo in apparenza tranquilla ma con un coacervo di insidiose zone d’ombra.
Con testo e regia di Manuel Capraro, Carlotta e il giovane Werther è interpretato da Federica Di Cesare, Lorenzo Giovannetti e Massimo Sconci, con le scenografie di Mirco Di Virgilio, assistente alla regia Alessia Falvo. L’evento gode del patrocinio del Comune di San Vito Chietino.

Locandina dello spettacolo Carlotta e il giovane Werther
Locandina dello spettacolo Carlotta e il giovane Werther

Lo spettacolo inaugura la rassegna teatrale “Allegati” a cura di Quartieri Airots, con la quale l’associazione napoletana ribadisce il proprio concetto di teatro ampliato e aperto verso una pluralità di linguaggi e realtà culturali a confronto.  L’allegato è rappresentato da una graffetta, segno distintivo del tempo corrente; ed è ai nuovi gruppi che la rassegna affida l’interpretazione del nuovo, del futuro prossimo.
Carlotta e il giovane Werther sposta l’asse di attenzione da Werther a Carlotta, attraverso un’analisi puntuale della sua vita, che assurge a simbolo di donna ombra, una delle tante ancora oggi vittime di una società che fatica a stare al passo con l’evoluzione dei ruoli. Una vita in apparenza tranquilla quella di Carlotta, trincerata dietro una schiera di uomini: padre, marito, fratelli. Ma al caro prezzo di una libertà violata, senza impulsi da saziare, confini da valicare. Alberto, il marito, è un uomo rude, banale, incurante e Carlotta ne prende coscienza quando incontra il giovane, affascinante Werther. La loro relazione, grazie alla profondità di un amore libero e giocoso quanto puro, che li lega vicendevolmente, determina la rottura delle convenzioni sociali. La vicenda racconta l’evoluzione di una donna, l’evasione dalla realtà e la sua dolorosa presa di coscienza.
La compagnia. Fondata nel 2007 dal regista Manuel Capraro insieme all’attore Lorenzo Tolusso, l’associazione culturale Gli Artimanti ha all’attivo diverse produzioni teatrali e partecipazioni a festival di respiro internazionale. Tra questi si ricordano: Fabrizio, spettacolo scritto e diretto da Manuel Capraro, in semifinale al premio internazionale di drammaturgia Dante Cappelletti; Domino, in coproduzione, in con Linee Libere, in scena al Teatro Elfo Puccini di Milano, al Teatro India di Roma, divenuto anche seminario di studi all’Università La Sapienza di Roma; Ernest, un’opera tratta da “L’importanza di chiamarsi Ernest” di Wilde, andato in finale al Festival Scintille di Asti e in scena a Officine Fotografiche Milano, al teatro Argot di Roma.

“Carlotta e il giovane Werther”

orari: venerdì 11 e sabato 12 gennaio, ore 21; domenica 13 ore 18.30
costo biglietto: 12 € intero – 10 € ridotto
prevendite: info@airots.it – 081 18498998
contatti: compagnigliartimanti@gmail.com

Rassegna teatrale “Allegati”
Altri eventi in calendario

Laura
1-2-3 febbraio – Teatro dei 63
Muta – workshop teatrale a cura di Civilleri/Lo Sicco
25-26-27-28 febbraio – Teatro dei 63
Bianca
1-2-3 marzo – Teatro dei 63
La sentinella di Elsinore
14-15-16-17 marzo – Teatro dei 63
L’ora blu
22-23-24 marzo – Quartieri Airots
Human Animal
26-27 aprile – Teatro dei 63
Rosa Balestrieri
10-11-12 maggio – Quartieri Airots