Straordinaria iniziativa di solidarietà quella di Ricomincio da una foto. Ne abbiamo già parlato su questo portale. Ricordiamo che durerà fino al 30 giugno 2020.
Ideata e organizzata da LAB\per un Laboratorio Irregolare, a cura di Antonio Biasiucci, e realizzata in collaborazione con la Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee nell’ambito del progetto Madre per il Sociale 2020, a sostegno delle attività promosse da Pianoterra Onlus.
Pianoterra è da sempre accanto alle famiglie più vulnerabili, impegnata nella prevenzione dei problemi legati alla povertà e alla marginalità, oggi amplificati dalla pandemia, e interviene per dare risposte tempestive e innovative con l’acquisto e la distribuzione di beni di prima necessità, fornendo supporto e orientamento e sostenendo i bambini nel loro percorso educativo.
90 fotografie di 30 autori sono state messe a disposizione per la raccolta fondi. Ogni artista ha donato 3 fotografie in una speciale edizione di cinque, che saranno stampate da Fineart Lab di Luigi Fedullo in diversi formati e firmate dagli autori.


I 30 fotografi sono: Ilaria Abbiento, Fulvio Ambrosio, Chiara Arturo, Ciro Battiloro, Giuliana Calomino, Vincenzo Capaldo, Anna Castellone, Paolo Covino, Cristina Cusani, Valentina De Rosa, Francesco Nicolis Di Robilant / Distonia, Assunta D’Urzo, Maurizio Esposito, Francesca Esse, Ivana Fabbricino, Alessandro Gattuso, Gaetano Ippolito, Valeria Laureano, Claudia Mozzillo, Laura Nemes-Jeles, Vincenzo Pagliuca, Claire Power, Valentino Petrosino, Chiara Pirollo, Valerio Polici, Ilaria Sagaria, Serena Schettino, Mattia Tarantino, Peppe Vitale, Tommaso Vitiello.
Effettuando una donazione a Pianoterra Onlus si potrà scegliere in cambio una delle fotografie dei progetti realizzati all’interno delle varie edizioni del Laboratorio Irregolare.
È possibile partecipare alla raccolta fondi fino al 30 giugno accedendo alla piattaforma on line della campagna “Ricomincio da una foto” sul sito www.laboratorioirregolare.net.
I fondi raccolti contribuiranno alle azioni di sostegno materiale messe in campo da Pianoterra a Napoli e provincia, a Castel Volturno e a Roma: acquisto e distribuzione di beni di prima necessità, con una particolare attenzione alle esigenze dei bambini più piccoli; sostegno nel pagamento di affitti e utenze; fornitura di dispositivi elettronici per bambini e ragazzi. L’iniziativa si avvale della collaborazione di Magazzini Fotografici, Fineart lab e Photolux Festival di Lucca che ospiterà nel 2021 la terza edizione del Laboratorio irregolare.

Tutte le informazioni sul progetto sono disponibili su:
www.laboratorioirregolare.net
www.pianoterra.net
www.madrenapoli.it

RISPONDI