«Sono orgoglioso del lavoro svolto, portato innanzi con entusiasmo e dedizione: è un lavoro che premia non soltanto il Direttore, ma tutto lo staff del Museo, indispensabile punto di riferimento per questa straordinaria esperienza di gestione del mio, del nostro amatissimo Mann». Così Paolo Giulierini  (ph di Paolo Soriani) commenta il riconoscimento ricevuto da Artribune che arriva dopo quello del 2017 assegnato al Museo archeologico di Napoli da lui diretto.
Secondo Artribune, Giulierini conquista il traguardo perché «riattivare in chiave contemporanea l’antico è una sfida difficile ed importante, e il Direttore sta portando avanti con grande audacia un programma di modernizzazione, esemplare per istituzioni analoghe.  Inoltre Giulierini sta rendendo sempre più innovativa e fruibile la magnifica collezione del museo che dirige». 
E il videogioco “Father and son”, realizzato dall’archeologico, viene considerato un primato della ricerca effettuata dal team di Fabio Viola nell’ambito della valorizzazione dei beni culturali grazie alle nuove tecnologie.

 

RISPONDI