L’inquinamento del nostro pianeta è un tema che ormai è entrato a fare parte della nostra vita quotidiana, così come i cambiamenti climatici sempre più caotici, a tal punto che non possiamo più fare una giusta differenza tra le stagioni. Stiamo uccidendo il nostro mondo, la nostra terra, la nostra vita.
E sull’ inquinamento dei nostri mari e dell’emergenza legata alle 570 mila tonnellate di plastica che ogni anno finiscono nel Mediterraneo richiama l’attenzione l’associazione Fondali Campania che promuove, dal 16 al 18 novembre, Subscatti al Mav di Ercolano, una rassegna alla sua terza edizione dedicata al tema Il golfo di plastica.
La manifestazione vede l’intervento della comunità scientifica, di artisti internazionali e della scena partenopea e associazioni culturali Campane. Attraverso conoscenza e arte, mira a fare comprendere meglio il fenomeno dell’inquinamento causato dalla plastica, nel mare. L’appuntamento della prima delle tre giornate è domani dalle 19.
Saranno presenti volti noti della comunità scientifica e dell’Università. Interverranno: Raffaella Casotti della Stazione Zoologica Anton Dohrn che discuterà del tema delle Plastiche e Micro plastiche nel Golfo di Napoli; Martina Di Lorenzo dell’ Università Federico II di Napoli che illustrerà i risultati dello studio sull’utilizzo dei mitili come sentinelle nelle acque del Golfo di Napoli;Vincenza Faraco dell’ateneo federiciano con il progetto Ciak si scienza.
Anche l’arte farà la sua parte (foto) attraverso progetti innovativi promossi da artisti e fotografi e associazioni culturali. In esposizione: Nello Petrucci con il suo ultimo progetto artistico; Antonio Conte con il progetto di mailart “I’m not plastic man”; le fotografie subacquee di Pasquale Vassallo, Salvatore Ianniello, Guido Villani, Massimiliano De Martino, Francesco De Rosa, Fabio Russo, Antonella Savarese.
Nel corso della serata inaugurale l’associazione Poesie Metropolitane premierà i vincitori del concorso nazionale di poesia “Marea” che ha visto la realizzazione di dodici opere fotografie e poetiche in esposizione.
Si rinnova la collaborazione con l’associazione La bottega delle parole,  il gruppo ALT, i creativi Lisa Foglia e Toni Wolfe presenti anche il 17 novembre con il laboratorio “tappeto di sale” dalle ore 10.30.
All’inaugurazione, fotografi che hanno offerto il proprio contributo artistico alla diffusione delle tematiche care a Subscatti riceveranno in dono una creazione artistica di Toni Wolfe, creata per l’occasione, in uno scambio sinergico di arte, creatività e attenzione ambientale.
Commenta Davide De Stefano,  presidente dell’associazione Fondalicampania:  « Il golfo di Napoli è fra i più affascinanti del mondo ma secondo gli ultimi studi scientifici risulta essere fra i più inquinati del Mediterraneo. Proveremo a raccontare il dramma della plastica a mare, non solo attraverso l’intervento dei principali protagonisti della comunità scientifica ma soprattutto grazie all’arte, come strumento di comunicazione ideale a intercettare in maniera intuitiva, l’interesse dei cittadini. Subscatti è un’opportunità di confronto fra le varie realtà territoriali e il popolo Partenopeo, un modo per comprendere meglio quali sono le criticità del Golfo di Napoli e come ognuno di noi può contribuire a risolverle».
©Riproduzione riservata
Per saperne di più
https://www.facebook.com/events/405486933675720/

L’ingresso alla mostra è libero
16|18 novembre
Sabato ore 19.00 inaugurazione.
domenica ore 10.00 – 13.30 | dalle ore 10.30 laboratorio “tappeto di sale”.
lunedì ore 10.00 – 17.00.