Contagio e contaminazione rendono incerto anche il presente. In una condizione di disagio Bottega Costitutiva, luogo di studio sul modo di essere del personaggio in scena, s’impegna a offrire un contributo per una più sana condizione dell’essere umano.
L’iniziativa sarà presentata domani, giovedì 30 luglio alle 19:30 al Museo della Pace di Napoli, in via de Pretis 130 (piazza Municipio). Un’idea del drammaturgo e regista Egidio Carbone Lucifero. Per superare i correnti schemi contraddittori e autoreferenziali e la sterilità degli stereotipi del vissuto collettivo.
Ci sarà una serie di incontri con protagonisti della cultura. Tra questi, Enzo Moscato, esponente di spicco della nuova drammaturgia italiana ma anche europea.
Verrà proiettato il film “Guado” (2014), di Egidio Carbone Lucifero con la colonna sonora originale di James Senese, concentrato sulla dicotomia tra essere e avere.
Guado è lo spirito liber
o che dimora al centro della terra. Una forza ribelle e indomita che si insinua nella mente della protagonista conducendola verso il senso critico, l’essenza, la libertà.
All’incontro,  organizzato dal Teatro Avanposto Numero Zero,  con i rappresentanti della sezione beni culturali delle Acli provinciali di Napoli, della Fondazione Mediterraneo e Museo della Pace di Napoli, riferimento di comunione interculturale,  interverranno artisti e rappresentanti sindacali del mondo della cultura e dello spettacolo.
Gli artisti della Bottega Costitutiva leggeranno testi di Enzo Moscato e Egidio Carbone Lucifero tra interventi musicali di Marzouk Mejri.
In foto, da sinistra, Moscato e Carbone

RISPONDI