Assaggi d’arte. Tra teatro, musica, scrittura e pittura. E’ il «Museodivino» che stasera alle 21 presenta il programma culturale delle attività serali di febbraio, con la  festa Vino Divino Party. Negli spazi di via San Giovanni Maggiore Pignatelli 1/b  a Napoli.
A metà febbraio ci sarà anche un corso di degustazione di vini, condotto dal designer e wine communicator, Ferdinando Polverino de Laureto, che dedicherà a quattro Muse.
La prima settimana si aprirà con la performance teatrale «Il poeta è un ladro di fuoco», tratta da Rimbaud, per proseguire poi con Stanislavskij in «Che noia, il teatro, signori!».
La terza settimana sarà dedicata ai diari di Van Gogh, con lo spettacolo «Dipingerò un cielo stellato», mentre Stravinskij dirigerà la performance dell’ultima settimana dedicata alla musica dal titolo «Lo spirito soffia dove vuole».
Chiude la rassegna il 28 febbraio un incontro con lo scrittore Nino Leone, autore de «La vita quotidiana a Napoli ai tempi di Masaniello». E stasera ci sarà anche lui per parlare di Carnevale e carnevaletti – tra festa e ceneri, mito e rito, sacro e profano.
Durante le serate, il pubblico  potrà visitare inoltre la Collezione Same ospitata  negli nel «Museodivino» (foto): 75 opere in miniatura ispirate alla Natività e alla Divina Commedia.
Per saperne di più
www.museodivinonapoli.it
Museodivino, Via San Giovanni Maggiore Pignatelli 1b, Napoli
Per l’ingresso alla festa è richiesto un contributo di 5 euro a persona.
Posti limitati, è consigliata la prenotazione all’indirizzo info@museodivinonapoli.it o al recapito WhatsApp 339.4640080.