Napoli Teatro Festival, la scommessa continua. Come annunciato dal direttore artistico della rassegna, Ruggero Cappuccio, a settembre la rassegna propone un cartellone internazionale.
Nella rosa delle proposte, grandi nomi come quello del geniale artista belga Jan Fabre. Ma ci sarà anche la straordinaria e pluripremiata attrice britannica Charlotte Rampling, Dopo aver lavorato su Sylvia Plath e Benjamin Britten, la Rampling con Sonia Wieder-Atherton (foto) dà vita a un nuovo progetto: una suite per violoncello creata partendo dai sonetti di Shakespeare e dalle musiche di Bach.
L’idea è quella di unire le loro voci, facendo in modo che il tempo richiesto per recitare un sonetto sia lo stesso riservato alla musica. Se il sonetto prende un minuto, le note gli vanno dietro, determinando il ritmo. Il risultato è quasi ipnotico. Potrete constatarlo il 30 dicembre al Teatro Bellini di Napoli.
Tra gli altri ospiti stranieri, il famoso coreografo greco Dimitris Papaioannu, autentico pioniere della danza contemporanea, il regista siriano Ramzi Choukair e quello kuwaitiano Sulayman Al-Bassam, entrambi per la prima volta in Italia con due illuminanti visioni della scena postcoloniale contemporanea.
Cinque eventi che fino a febbraio completeranno l’edizione 2020 della manifestazione realizzata con successo, malgrado il Covid, all’aperto e caratterizzata dalle misure di distanziamento. Grazie al forte e concreto sostegno della Regione Campania, con il contributo del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo.
Il Napoli Teatro Festival Italia ha confermato l’attenzione e il sostegno a favore di produzioni e compagnie del territorio campano e napoletano, insieme a tante realtà del panorama nazionale. Dando spazio a inizio di ogni spettacolo a un loro messaggio che ha richiamato l’attenzione sulla precarietà del settore.
Sono 1500 i lavoratori coinvolti dal Festival, di cui 994 campani,  e 577 gli artisti, tra interpreti in scena e registi, che si sono alternati sui diversi palcoscenici.
Trentaquattro spettacoli in scena nei luoghi più differenti. Dai cortili dei palazzi del rione Sanità alla spiaggia della Rotonda Diaz a Mergellina fino al lago di Lucrino, dal Chiostro del Duomo al cortile del teatro Ghirelli a Salerno, dal complesso monumentale di Santa Chiara a Solofra all’Anfiteatro di Santa Maria Capua Vetere, da Palazzo Fondi al Teatro di San Carlo. 28 le prime assolute, 13 le rappresentazioni trasmesse in streaming. E dal prossimo autunno la nuova sfida con le stelle internazionali.



RISPONDI