Qui sopra, la copertina del libro. In alto, uno scorcio di Napoli
Qui sopra, la copertina del libro. In alto, uno scorcio di Napoli

Dieci piccoli napoletani. S’intitola così il primo romanzo del giornalista  Antonio Vastarelli (direttore del periodico www.merqurio.org e responsabile dell’ufficio stampa di
Cantieri del Mediterraneo SpA) pubblicato da Fanucci Editore nel catalogo Nero Italiano della collana TimeCrime.
Lo presenterà martedì 17 dicembre, alle 11, nella Sala Nassirya del Consiglio regionale della Campania (al centro direzionale di Napoli, Isola F13). L’iniziativa è organizzata dall’associazione culturale Merqurio, con il patrocinio del Consiglio regionale della Campania.
Con l’autore, intervengono Enzo Colimoro, Gianluca Daniele, Rosaria Galiero e Alfonso Trapuzzano. L’attore Antonio Crispino leggerà alcuni brani del testo.
Al suo debutto letterario, Vastarelli racconta la storia di un giornalista  la cui carriera si è arenata e procede a fatica firmando  libru fantasy con uno pseudonimo.
Si chiama  Arturo Vargas. Un giorno trova sull’uscio di casa una busta contenente cinquemila euro. Il telefono squilla. Una donna con una voce sensuale e dal nome che suona falso gli chiede aiuto: crede che qualcuno voglia ucciderla e sostiene di avere una lista di dieci indiziati da cui partire.
I singoli nomi gli verranno rivelati di volta in volta, i pagamenti effettuati sempre in contanti infilati sotto la porta di casa.
Vargas è perplesso, ma accetta. In una Napoli bellissima e indolente, l’improvvisato detective condurrà indagini superficiali che porteranno alla luce il ritratto di una borghesia decadente, tenuta insieme da interessi criminali.
Ma i sospettati della lista spariscono misteriosamente uno a uno, proprio come descritto in una stramba filastrocca inviata alla polizia…

RISPONDI