Riapre al pubblico la Cappella del Pio Monte della Misericordia  (foto) e l’ingresso sarà gratuito. Dal lunedì alla domenica, dalle 9 alle 13 sarà possibile accedere alla chiesa seicentesca che espone sull’altare maggiore il capolavoro di Caravaggio, “Le Sette Opere della Misericordia”, che concentra in un’unica grande tela quanto il Monte si impegna a fare sin dalla sua fondazione.
Spiega il soprintendente Alessandro Pasca di Magliano: « Abbiamo sentito fortemente il desiderio, in questa fase, di offrire un omaggio alla città aprendo la Cappella “al culto”, lasciando l’ingresso libero, controllato secondo le norme. Sin dai primi giorni di questa terribile emergenza, insieme ai governatori e tutti i collaboratori siamo impegnati nel sostegno a chi è nel bisogno, per poter proseguire il cammino di assistenza che il Pio Monte svolge dal 1600. L’apertura della Pinacoteca avverrà successivamente in consonanza con le decisioni della Associazione Via Duomo Via dei Musei di cui facciamo parte. L’apertura della Cappella assurge ad altro significato, alla protezione che il credente chiede nella preghiera alla dolce Madonna dipinta dal Caravaggio, magari in quasi solitudine».
Oltre al dipinto di di Caravaggio, sarà possibile ammirare le cappelle laterali della chiesa che custodiscono i dipinti di Battistello Caracciolo “San Pietro liberato dal carcere”, Fabrizio Santafede “Cristo ospitato in casa di Marta e Maria” e “San Pietro resuscita Tabithà”, Luca Giordano “Deposizione”, Giovan Vincenzo D’Onofrio detto il Forlì “Il Buon Samaritano” e Giovan Bernardo Azzolino “San Paolino libera lo schiavo” che illustrano le opere della misericordia esercitate sin dai primi anni d’attività.
Si potrà entrare liberamente da lunedì 18 maggio fino a quando non saranno riaperte al pubblico la Quadreria, le sale della Sezione Contemporanea, l’Archivio e gli altri servizi museali con la riapertura della biglietteria e del bookshop.
Il Pio Monte della Misericordia aderisce all’Associazione Via Duomo Via dei Musei e, in questa circostanza, sceglie di mantenere comportamenti condivisi e una riapertura graduale.
Molte persone continueranno a lavorare in smart working per assicurare continuità alla azione assistenziale. Sarà presente al Pio Monte il personale utile e saranno adottate tutte le misure di massima sicurezza sia per il personale che per i visitatori per garantire il rispetto delle norme.

 

 

 

 

 

 

 

 

RISPONDI