Isabelle Huppert, bella e magnetica. Simbolo enigmatico del cinema francese. Sarà a Napoli dal 23 al 26 luglio. Sul palco del Teatro grande di Pompei, protagonista dello spettacolo La cerisaie/Il teatro dei ciliegi di Anton Cechov diretto dal portoghese Tiago Rodrigues, dal 23 al 25.
Sabato 24, invece, dialogherà con il regista al teatro mercadante, mostrandosi da vicino: un’occasione unica per conoscere a distanza ravvicinata la star che il quotidiano The New York Times ha definito “migliore attrice del ventunesimo secolo”, seconda solo a Denzel Washington. L’incontro è aperto al pubblico ed è a ingresso libero fino a esaurimento posti, secondo le disposizioni dei presidi anti-covid.
La Huppert interverrà anche alla proiezione del film Blanche comme neige che lunedì 26 luglio alle 21, sulla terrazza dell’istituto francese di Napoli, chiuderà la rassegna del cinema al femminile (prenotazione obbligatoria all’indirizzo mail daniela.tedesco@institutfrancais.it)
La storia è quella di una giovane donna bellissima di nome Claire che lavora nell’hotel del padre ormai defunto. La struttura è gestita dalla matrigna cattiva Maud.
Il giovane amante di Maud si innamora di Claire e per la donna comincia l’inferno: la gelosia la rende ancora più cattiva. Decide infatti di sbarazzarsi di Claire che trova riparo in una fattoria dove comincia a liberarsi dalla sua rigida educazione attraverso l’incontro con sette «principi».

RISPONDI