Se ne parla da un po’ e il titolo scelto ad hoc per questo progetto ha fomentato la curiosità che vi gira intorno. ‘NAcosa è un contenitore di creatività.
È ‘NAbusta realizzata a mano che si riceve senza passare per il via: niente laboratorio, galleria o negozio. Arriva a casa e porta con se la bellezza che si può trovare in giro per il mondo, allargando la platea a un pubblico il più vasto possibile. Perché l’arte, almeno lei, non deve essere di pochi.
‘NAcosa nasce da un’idea dei due artisti Valentina Guerra e Antonio Conte e muoverà i suoi primi passi dall’idea di multiplo. Si presenta sotto forma di busta, lavorata a mano con dentro opere a tiratura limitata pensate appositamente per il progetto. ‘NAcosa n.0 parte con 72 pezzi, 72 come il numero della smorfia che sta per “la meraviglia”. Contiene due opere originali,  il libro d’artista di Antonio Conte e un acquerello di Valentina Guerra, entrambe firmate e numerate, e altre opere degli stessi artisti in vari formati, sia in stampa che in multimateriale.

work in progress Valentina Guerra
« NAcosa  deve essere sempre ‘NAmeraviglia – spiegano i due artisti ideatori – una continua e costante sorpresa innanzitutto per noi, per gli artisti che ne prenderanno parte e infine per tutte le persone che sosteranno questo progetto made in NAples. Il progetto è stato lanciato pochi giorni fa sui principali canali social, che saranno poi lo strumento con il quale poter ordinare e acquistare ‘NAcosa insieme con una serie di eventi promozionali, in fase di elaborazione, dove sarà possibile conoscere dal vivo il progetto/opera/prodotto».

Gli artisti

Valentina Guerra nasce a Napoli nel 1980, ha una formazione tecnico-artistica autodidatta, che segue il solco di una tradizione pittorica di famiglia. Il suo stile figurativo-surreale ha per protagonisti il colore, un tratto delicato e pulito e soggetti sono immersi in atmosfere impalpabili. Alcune tra le principali esposizioni a cui ha preso parte negli anni sono: 2002, collettiva presso il Castello Estense di Ferrara, “Linea, segno e superficie”; esposizioni personali al padiglione del Consolato Venezuelano ad Assago (Mi); 2015, collettiva al Castel dell’Ovo di Napoli “The light of Naples”; Si occupa di illustrazioni, laboratori d’arte per bambini e stampa le sue opere su abbigliamento e accessori per il suo marchio Vagu collezioni.

work in progress Antonio Conte
Antonio Conte
nasce nel 1981 a Napoli dove riceve la sua formazione pittorica all’Accademia di Belle Arti partenopea.  Il suo linguaggio pittorico mostra punti di affinità con la Pop Art, il segno espressionista e lo spirito Dada, che lo porta spesso a elaborare giochi di parole e a cercare contaminazioni con altre discipline artistiche, soprattutto l’installazione e la scultura. Mostra un interesse spiccato per la comunicazione artistica attraverso i social media, come dimostrano i progetti Facce da Facebook (2009 – 2014), The Truman Show – La vita segreta di due pesciolini napoletani (2012 – 2013) e Artisti in Quarantena (2014). Diverse le sue partecipazioni a residenze d’artista, mostre personali e collettive.
In foto, scorci del progetto

 

 

RISPONDI