Il greco ci appartiene.  E Napoli  lo celebra per un’intera settimana di incontri musica e poesia al Maschio Angioino di Napoli e con un concerto di
Alexandra Gravas (accompagnata al pianoforte da al pianoforte Petros Bouras) nella sala Martucci del  Conservatorio di San Pietro a Majella. 
Dal 9 al 15 febbraio,
 il progetto è promosso e organizzato dalla Comunità Ellenica di Napoli e Campania e dall’assessorato alla cultura e al turismo del Comune di Napoli. Con il patrocinio del Ministero degli Esteri della Repubblica di Grecia, delle Ambasciate di Grecia e di Cipro in Italia. In collaborazione con il Conservatorio di Musica di Napoli San Pietro a Majella. Con i licei classici di Napoli e della Campania (per la consueta maratona) saranno a Napoli, oltre che una delegazione di parlamentari ellenici, alcune classi di studenti e insegnanti di Atene e di Salonicco.
L’iniziativa proposta nel 2014 da Ioannis Korinthios, presidente della Federazione delle comunità e confraternite elleniche in Italia, è stata accolta e istituzionalizzata dal Parlamento della Repubblica di Grecia. E’ cresciuta negli anni con una partecipazione sempre più ampia dei nostri licei, ma anche con la presenza di studenti greci che vengono a Napoli proprio in questa occasione.
Tra gli altri appuntamenti, mercoledì 12 febbraio alle ore 10 a Salerno, incontro pubblico nella sede della Biblioteca DIPSUM dell’Universita’ e  sabato 15 febbraio a Napoli,  alle 17 nella sala della Loggia di Castelnuovo,  Xenitià, lo spettacolo di musica greca, con Roberto Trenca.

 

Per saperne di più

kori.jannis@gmail.com (Ioannis Korinthios)
338.8013550
Nella foto, il Partenone di Atene

 

RISPONDI