Parte il 27 giugno,  in maniera travolgente,   la terza edizione di Un’estate da Re: la Nona di Beethoven diretta da Juraj Valčuha, premiato come migliore direttore d’orchestra dell’anno.
Interamente finanziato dalla Regione Campania, con la direzione artistica affidata al Maestro Antonio Marzullo, il festival è ancora una volta il  risultato di una felice sinergia  tra il Teatro di San Carlo di Napoli e il Teatro  Giuseppe Verdi di Salerno. Organizzata dalla Scabec, società campana beni culturali, Un’estate da Re.  La grande musica  alla Reggia di Caserta e a San Leucio  è stata fortemente voluta dal Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, e realizzata  in collaborazione con il Mibact e con il Comune di Caserta, un’occasione quindi  per supportare la Reggia di Caserta nel suo riuscito percorso di rilancio realizzato dal direttore Mauro Felicori e per ridonare al pubblico e ai visitatori il meraviglioso emiciclo dell’Aperia, nel Giardino inglese restaurato per l’occasione.
«Per il terzo anno la Regione Campania porta d’estate la grande musica sinfonica e l’opera alla Reggia di Caserta – spiega il governatore della Campania Vincenzo De Luca – Un’azione nata nel 2016 con l’obiettivo di unire alla valorizzazione di uno dei monumenti più importanti d’Italia la promozione di due eccellenze culturali come il Teatro di San Carlo di Napoli e il Teatro Verdi di Salerno. Ma non solo. Volevamo dare a tutti la possibilità di vivere l’esperienza di ascoltare la grande musica e i suoi straordinari protagonisti, con una politica dei prezzi contenuti e una particolare scontistica per i giovani e gli studenti».
E aggiunge: «Ci siamo riusciti. E’ una rassegna ormai stabile che sta crescendo e si sta radicando sul territorio. Un successo che nelle due passate edizioni ha fatto registrare sempre il tutto esaurito, spingendoci addirittura l’anno scorso a organizzare una seconda serata con il Maestro Morricone per rispondere alle migliaia di richieste e prenotazioni. Ed è un’azione di promozione e valorizzazione di tutta l’area casertana: da quest’anno infatti la rassegna oltre alla Reggia di Caserta avrà una serie di appuntamenti anche nel meraviglioso Belvedere di San Leucio».
Per il direttore generale della Reggia Mauro Felicori la rassegna è il richiamo anche per tutta l’area casertana. «Con la terza edizione l’Estate da Re  irrompe nella scena casertana portando ancora una volta, dopo i fasti di Daniel Oren, Pappano e Morricone, un esaltante programma artistico. In questo modo la Regione conferma la sua attenzione per la Reggia e la Campania interna e rende più ricco ed equilibrato il legame culturale fra Caserta e Napoli. La novità di una programmazione coordinata fra l’Aperia della Reggia e il Belvedere di San Leucio regala del resto enfasi al sito Unesco nella sua interezza, rendendo più forte l’immagine di una Reggia regina in un territorio ricchissimo di beni culturali e paesaggistici e non certo monumento solitario nel deserto». Un successo evidenziato anche dalla Sovrintendente del Teatro di San Carlo Rosanna Purchia.
Novità di quest’anno è  la scelta dei luoghi che ospiteranno i concerti: confermata l’Aperia, il teatro naturale allestito nel cuore del Giardino Inglese della Reggia di Caserta e la Cappella Palatina. Alle due sedi della Reggia quest’anno si aggiunge, grazie alla collaborazione con il Comune di Caserta, il Belvedere di San Leucio
«Sarà un’esperienza fantastica– commenta il direttore artistico della rassegna Antonio Marzullo – Abbiamo scelto un programma di alta qualità artistica ma al tempo stesso di grande impatto popolare con titoli, come la Nona Sinfonia di Beethoven, Cavalleria Rusticana di Mascagni e Madama Butterfly di Puccini, conosciutissimi ed amatissimi. E poi le suggestioni del balletto Cenerentola, le incursioni nella musica barocca con Dirindina e Campanello dello Speziale, i funambolici virtuosismi di Uto Ughi e dei Canadian Brass. Gran finale con un fuoriclasse come il tenore Jonas Kaufmann accompagnato dal soprano Maria Agresta. Un programma davvero regale impreziosito anche dai luoghi dove andranno in scena gli spettacoli. Aperia, Cappella Palatina, Belvedere di San Leucio non saranno una semplice cornice ma renderanno l’ascolto e la visione ancora più appassionanti».
La rassegna si inaugura il 27 giugno al teatro dell’Aperia, con Ludwig van Beethoven, Sinfonia n.9 in re minore, Op. 125 “Corale”, diretta da Juraj Valčuha con orchestra e Coro del Teatro di San Carlo. Sabato 30 giugno – con replica la domenica 1 luglio sempre all’Aperia – è la volta di Gaetano Donizetti con Il Campanello dello Speziale. Direttore d’orchestra Giuseppe Montesano e regia di Riccardo Canessa.
Nel programma ricco di interessanti appuntamenti, va evidenziata la presenza , sabato 14 luglio, di Uto Ughi  protagonista nella Cappella Palatina con un concerto dedicato ai suoi repertori classici.
Sabato 21 luglio sempre al Belvedere di San Leucio per l’opera di Giacomo Puccini Madama Butterfly direttore d’Orchestra Francesco Rosa, regia di Renzo Giacchieri con l’Orchestra e Coro del Teatro municipale “Giuseppe Verdi” di Salerno. Martedì 24 luglio si torna all’Aperia per il Concerto Canadian Brass con musiche di Johann Sebastian Bach, Werke von S. Scheidt, Enrique Crespo, Leonard Bernstein, Wolfgang Amadeus Mozart. Sabato 28 luglio torna l’Opera al Belvedere di San Leucio con la Cavalleria Rusticana, il capolavoro di Mascagni direttore d’Orchestra Francesco Ivan Ciampa, regia di Riccardo Canessa con l’Orchestra e Coro del Teatro municipale “Giuseppe Verdi” di Salerno.
Appuntamento straordinario per la chiusura della terza edizione  martedì 7 agosto all’ Aperia con il grande Jonas Kaufmann e la talentuosa Maria Agresta che si esibiranno con l’Orchestra del Teatro di San Carlo e con l’Orchestra del Teatro municipale “Giuseppe Verdi” di Salerno.
Gli spettacoli iniziano tutti alle ore 21. Sarà possibile – previa prenotazione – prima di ogni spettacolo partecipare ad una visita guidata in gruppo alla Reggia di Caserta o al Belvedere di San Leucio. I costi dei biglietti variano a seconda degli appuntamenti. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.unestatedare.it.
Quest’anno la manifestazione “viaggia” con Trenitalia vettore ufficiale, i possessori di Cartafreccia, biglietto AV per Napoli e Caserta e biglietto Regionale per Caserta hanno uno sconto del 50% sull’acquisto del biglietto dei concerti ad esclusione di Kaufmann. Sconto del 30 % su tutti gli appuntamenti ad esclusione di Kaufmann per i possessori di Campania>Artecard.
La manifestazione ha inoltre il patrocinio di Rai Campania e media partnership di Radio 3. Spotify è official music streaming partner con un account ufficiale della rassegna, dove saranno caricate playlist create per l’occasione .Sarà inoltre possibile raggiungere le location della rassegna anche attraverso il car pooling di Bla Bla Car, partner tecnico.La manifestazione è finanziata dalla Regione Campania con fondi Poc 2014-2020. I biglietti sono in vendita  con il circuito ETES e relativi punti vendita (www.etes.it).
Per saperne di più
http://www.unestatedare.it/
In foto, Purchia e Marzullo alla presentazione della rassegna