Grandi progetti. E altri, altrettanto importanti, si annunciano per il 2021. Un anno di svolta, per la Film Commission Regione Campania. Opere firmate da celebri registi del cinema italiano come Paolo Sorrentino, Mario Martone, Roberto Andò, Michele Placido, Sergio Rubini, Alessandro Gassmann.
Le serie tv più amate, da “L’amica geniale” (con il nuovo capitolo “L’amica geniale” con il nuovo capitolo della saga di Elena Ferrante “Storia di chi fugge e chi resta”) a “Gomorraalla nuova creatura di The Jackal “Generazione 56k”, numerosi documentari di qualità e programmi televisivi di livello internazionale e valorizzazione turistica come la docuserie ‘culinaria’ di Stanley Tucci per la CNN, per un totale di oltre quaranta produzioni.
Il Covid non è riuscito a bloccarle, grazie al lavoro di organizzazione e coordinamento con test gratuiti anti-covid alle troupe e ai cast: quasi 20mila tamponi eseguiti dall’Istituto zooprofilattico sperimentale del Mezzogiorno di Portici e dal Ceinge (Centro di ricerca dell’Università Federico II di Napoli).
La Fondazione della Regione Campania, presieduta da Titta Fiore e diretta da Maurizio Gemma, non ha mai interrotto la sua azione di sostegno istituzionale e supporto logistico al cinema sul territorio e ha posto le basi per i nuovi allestimenti in programma nel 2021.
Oltre a Vincenzo Salemme con il film prodotto da Chi è di scena, sul set nel prossimo gennaio, torna in Campania anche Sergio Rubini per ultimare la lavorazione di “I fratelli De Filippo (Pepito Produzioni con Rai Cinema), un film sugli anni giovanili di Eduardo, Peppino e Titina De Filippo, girato in gran parte nei teatri campani, tra cui il Teatro Verdi di Salerno, il Teatro Garibaldi di Santa Maria Capua Vetere (in provincia di Caserta) e il Sannazaro di Napoli.
Intanto, in piena pandemia sono terminate le riprese di “È stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino (produzione Fremantle Media Italia) in uscita su Netflix nel 2021, mentre sta per uscire anche anche “Qui rido io” di Mario Martone, prodotto da Indigo Film e ispirato al grande commediografo Eduardo Scarpetta che avrà il volto di Toni Servillo. Un film con scenari suggestivi, tra Castel Capuano e il Museo di Pietrarsa.
Molto atteso in tv anche “Il Commissario Ricciardi” su Raiuno con Lino Guanciale, prodotto da Clemart con Rai Fiction, girato al backlot dell’ex base Nato e al Parco e alla Reggia di Capodimonte. In arrivo, pure Mina Settembre” con Serena Rossi diretta da Tiziana Aristarco, prodotto da Italian International Film, e la terza stagione di “I Bastardi di Pizzofalcone” diretta da Monica Vullo per Clemart. Tutte tre le produzioni sono state ispirate dai libri di Maurizio De Giovanni.
Nello scatto di Mario Spada, foto di gruppo con Tony Servillo per “Qui rido io”

 

 

RISPONDI