Rettore emerito dell’Università Parthenope, l’economista Claudio Quintano, oggi professore straordinario di Statistica economica all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli riceve la prestigiosa medaglia di Gaeta, “per il contributo dato da docente e studioso alla difesa del patrimonio identitario di Napoli e del Mezzogiorno riuscendo a coniugare origini, miti e storia con i più moderni linguaggi scientifici”.
Riconiata (con una riproduzione fedelissima in misure, peso e materiali) dal maestro orafo napoletano Luca Mattana sull’originale attribuito da Francesco II, l’ultimo Re del Regno delle Due Sicilie, ai difensori di Gaeta, la medaglia commemorativa raffigura da un lato le effigi di Francesco II e della consorte Regina Maria Sofia di Baviera e dall’altro la fortezza di Gaeta.
La cerimonia di consegna del riconoscimento si è svolta nella suggestiva cornice dell’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere, Ha consegnato la medaglia di Gaeta a Claudio Quintano Guglielmo de’ Giovanni- Centelles, professore straordinario di Storia del Mediterraneo all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli e segretario generale della Società Italiana di scienze ausiliarie della Storia (foto).
Tra i padri fondatori dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope” (già Istituto Universitario Navale), dove dal 1991 al 2016 è stato preside della Facoltà di Economia, Pro rettore e rettore, Quintano è uno dei massimi esperti italiani di Statistica economica ed è attualmente impegnato con il corso di laurea magistrale in Economia, Management e Sostenibilità dell’Università Suor Orsola Benincasa in un avanguardistico insegnamento su “Le misure del domani per raggiungere gli obiettivi Onu sulla sostenibilità”.
«Una strada sicura- ha sottolineato lo studioso durante la cerimonia di premiazione- verso la realizzazione di un’economia sostenibile del Mediterraneo viene dalla blue economy, intesa come un’economia a basso impatto ambientale, efficiente sotto il profilo delle risorse e circolare».

RISPONDI