Romanzo/ “Camminando verso l’oceano”: in viaggio tra spiritualità e magia

0
126

Domenico Scialla pubblica “Camminando verso l’oceano”: un romanzo per certi versi surreale, che coniuga il mistero con l’elemento metafisico, appassionando così il lettore. Richardo e Stefania si apprestano a compiere un viaggio in comunione con la natura e con l’elemento spirituale alla volta di Finisterre, sull’Oceano Atlantico, a pochi chilometri da Santiago di Compostela.
Improvvisamente, a pochi km, dalla meta, dopo aver vissuto molteplici esperienze ed aver incontrato persone da ogni dove, “St” sparisce. E non c’è nulla che il suo amico Rich possa fare. Disperato, decide di contattare un indovino, tramite la sua nuova amic belga Marin, per capire di più sulla sparizione di Stefania e comprendere meglio le sue astruse visioni oniriche.
«Dopo aver fatto una serie di domande su di me e sull’accaduto, Strunk bisbiglia formule magiche e armeggia con un pendolo per un po’; poi mi chiede se oltre all’incubo degli scarafaggi, ne ho avuti altri oppure se ho avuto visioni o cose del genere, sia durante il Cammino che dopo. Gli racconto del sogno di Ponferrada e di quello riguardante la morte dei Beatles a Finisterre; poi mi ricordo dell’incubo che ho avuto in treno verso Santiago e del delirio di Léon».
L’elemento magico si unisce con quello irrazionale, coinvolgendo lo spettatore in un intreccio articolato, che somiglia alla trama di un film di suspense, ricco di colpi di scena. Tradotto in quattro lingue, questo romanzo è tratto da un’esperienza autobiografica, compiuta dall’autore stesso, che del camminare – il cosiddetto “viaggiare lentamente” – ne fa un vero e proprio stile di vita, a contatto con il proprio “io” più profondo e con la bellezza di quei paesaggi incontaminati.
«Attraverso le varie esistenze bisogna assaporare l’Inferno – il fuoco che forgia, che purifica – e il Giardino della Gioia – una boccata d’aria pura, un Paradiso momentaneo. Chi più, chi meno, dipende dalle esperienze fatte e da quanto si sia imparato, siamo tutti demoni – anime grezze – e santi – anime Illuminate – e, quando si raggiunge finalmente la santità completa, quando si diventa Cavalieri della Luce, si va nella Dimensione Spirituale Suprema, insieme a Lui e quindi in quello che molti chiamano comunemente Paradiso…» . (Rita Ricci)
©Riproduzione riservata
Vendita online
Mondadori
LaFeltrinelli
Ilnarratore
L’AUTORE
Domenico Scialla è nato nel 1972 a Caserta. Dopo la maturità scientifica, si è dedicato alla ricerca e alla sperimentazione in campo artistico-culturale. Giornalista pubblicista, ha al suo attivo collaborazioni con la rivista romana “Orizzonti” e il gazzettino casertano “I Popolari” per le pagine di musica, spettacolo e letteratura: essendo stato per nove volte inviato a Sanremo. Si dedica anche all’arte, esponendo le sue tele in Italia, Spagna e Portogallo, con lo pseudonimo di “DsRenard”.  Da novembre 2021 fa parte del panel di “Che succ3de”, programma di Rai3 con Geppi Cucciari.

RISPONDI

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.