Comicità a tutto vapore con la XVIII edizione del Premio Massimo Troisi, a San Giorgio a Cremano. Per tutto il mese di dicembre si alterneranno nei luoghi della città che gli ha dato i natali, numerosi spettacoli gratuiti e aperti al pubblico. Si comincia venerdì 14 alle 21.00 con la messa in scena, in Villa Bruno (Ex Fonderie Righetti), dello spettacolo “I sorrisi di un saggio vesuviano” rappresentato dai giovani attori del laboratorio realizzato durante l’edizione precedente del festival e diretto da Eduardo Tartaglia.
Sabato alle 21, nella stessa location, tocca allo spettacolo “Come Alice nel paese delle meraviglie  “ a cura dell’associazione teatrale “Uno spazio per il teatro” di Vincenzo Borrelli ed operante nel Centro Teatro Spazio. Domenica sarà protagonista l’attrice Rosalia Porcaro, che porterà in scena un monologo presso Villa Bruno (non più Villa Pignatelli di Montecalvo per motivi tecnici)  alle ore 19.30.
Affiancano le messinscena, le mostre dedicate a Massimo Troisi,  allestite nei luoghi del Premio: la “Mostra fotografica”  con esposte le foto di archivio con gli ospiti e le locandine delle passate edizioni della kermesse e la mostra “Il cinema di Massimo” che raccoglie materiale originale usato da Troisi durante le riprese ed i montaggi dei suoi film.
Grande attesa per i numerosi ospiti che saliranno sul palco del Premio Massimo Troisi nel corso delle prossime settimane: « Accanto a me – spiega il direttore artistico Paolo Caiazzo –  ho voluto per questa edizione le persone che hanno Massimo nel cuore e che hanno trascorso con lui momenti importanti di vita: è il caso di Enzo Decaro, Stefano Veneruso, Anna Pavignano come anche Gianni Minà. E poi ci sono i giovani, che saranno i veri protagonisti della kermesse dedicata al talento e alla comicità».
Per saperne di più
https://www.facebook.com/PremioMassimoTroisi/

 

In foto,la  conferenza stampa show svoltasi a Villa Bruno. Alla presentazione hanno partecipato, tra gli altri il regista Stefano Veneruso e la scrittrice sceneggiatrice Anna Pavignano, insieme all’artista Lello Esposito