Yoga al museo. Venerdì 29 marzo, alle 10.30, si terrà il primo dei quattro incontri previsti alla Certosa e Museo di San Martino (foto). Le lezioni di Yoga saranno precedute da una speciale visita dedicata alle Suggestioni esoteriche nella lettura del simbolismo della Certosa, a cura di Roberto Sabatinelli del Servizio Educativo del Museo.
Una visita speciale che condurrà i partecipanti alla scoperta e alla lettura dei messaggi simbolici presenti nella Chiesa della  Certosa di San Martino, alla ricerca del loro significato nascosto e  interno, in una ricerca ed esplorazione che suggerisce riflessioni sul punto di contatto tra la tradizione yoga e la spiritualità contemplativa dell’Ordine Certosino, fin dalle sue origini.
L’Ordine fu fondato infatti nel 1084 da San Bruno, che “ardente d’amore divino”, si ritirò con sei compagni in un luogo deserto chiamato Chartreuse, con l’intento di “restituire alla vita contemplativa lo splendore della sua primitiva purezza”, seguendo il “lumen orientale”, ossia l’esempio di quegli antichi monaci che popolarono i deserti dell’Egitto e di altre regioni dell’Oriente, apportandovi però delle opportune e geniali innovazioni.
Seguirà la  lezione di  yoga condotta da Luigi Sansone, presidente fondatore e Maestro della Scuola di Yoga Integrale, attiva a Napoli dal 1986. Il progetto è ideato e realizzato dalla Scuola di Yoga Integrale Acsi-Coni con il Polo museale della Campania per i siti: Museo Duca di Martina, Tomba e Parco di Virgilio, Museo Pignatelli.
Prossimi incontri di yoga a San Martino: 26 aprile, 31 maggio e 28 giugno. La partecipazione è con il biglietto di ingresso ridotto al Museo di 3 euro. I partecipanti dovranno munirsi di tappetino e plaid. Si invita a indossare abiti comodi e chiari.
Per saperne di più
acquadimedicina@gmail.com
accoglienza.sanmartino@beniculturali.it