La bellezza e l’energia creativa non si lasciano intimorire dalla pandemia e dal rallentamento dei lavori Unesco che hanno sottratto uno storico spazio ai napoletani per troppo tempo.
Dopo una paziente attesa, torna il festival SegninVersi con il suo attacco di arte e poesia in Piazza Mercato, simbolo emblematico di una Napoli in bilico tra passato e presente, decisa, tuttavia, a riappropriarsi dei suoi luoghi attraverso la cultura.
Sotto un titolo profetico, immaginato prima della diffusione del virus, titolo che è quello della rassegna del maggio dei monumenti 2020 di cui fa parte l’evento, Giordano Bruno- La Visione contro le Catastrofi, sabato 17 e domenica 18 ottobre si svolgerà la seconda edizione della manifestazione.
Il Festival, patrocinato dal Comune di Napoli, nasce nel 2019 da una rete di associazione campane: Poesie Metropolitane, Sii Turista della tua cittàtà, Retake Napoli, Arterunning, Fondali Campania, Napoli 2035, Bravemanproductions in collaborazione con il Consorzio Antiche Botteghe Tessili e con il contributo della Boero- il colore italiano dal 1831. Che anche quest’anno, grazie al rivenditore Napolitano Group, ha donato più di sessanta litri di vernice per dipingere componimenti poetici selezionati in un contest poetico lanciato su Fb accompagnati da immagini su saracinesche delle attività commerciali in piazza.
Ventuno artiste e artisti saranno impegnate/i in un’azione colorata d’ispirazione, per riqualificare piazza e quartiere. Dando vita a visioni e parole sulle serrande dei negozi De Masi, Cislaghi, Casa & Cose-, Centro Chiaia Formazione Professionale, Ramaglia, GigaWatt, Orologi Paterson, Non Solo Carta, Centro Carta, Nuovo Stile ingrosso Abbigliamento Donna.
Ecco chi fa parte della schiera armata di pennelli: Bruna Troise, Otarebil, Katya Nappo, Daniela Valentino, Maurizio Di Martino, Valentina Guerra, Grazia Famiglietti, Simona Giglio, Antonio Conte, Antonio Foglia, Gianluca Raro, Trisha, Marcella Simonelli, Francesca Confessore, Carla Merone, Raphael Carpinetti, Samuel, Priscilla Barbato, Wathifier e il giovane artista Gianlù che per l’occasione si cimenterà in una particolare raffigurazione dell’universo, dedicata al pensiero di Giordano Bruno. 
Chi parteciperà all’evento potrà usufruire di alcune convenzioni , a pranzo e cena, con i locali Terra Mije, Espobar, Pizzeria del Popolo, Pizzeria Tutino Bro e Beneduce. 

QUESTO IL PROGRAMMA:
Sabato 17 ottobre, appuntamento con la letteratura In-Chiostro con l’associazione Poesie Metropolitane, nel Chiostro di Sant’Eligio. Saranno presentati 3 libri: dalle 17;30 -alle 18:30 “Dell’acqua e dell’amore” di Brunella Caputo e “Dell’Amore e della Terra” di Maria Concetta Dragonetto: ne parlerà Aldo Putignano della Casa Editrice Homo Scrivens.
Dalle 18:30 alle 19:30 “La città senza rughe” di Roberto Ritondale, proposto da Rosa Mancini.
Dalle 19:30 alle 20:30 , Marianna Ciano si soffermerà su “Il risveglio di Partenope” di Mariafelicia Carraturo.
Domenica 18 ottobre dalle 10, attacco di arte e poesia.
Dalle 11:00 alle 13: un laboratorio di teatro e poesia attraverso il corpo dal titolo Segniamo una poesia a cura di Braveman productions in collaborazione con Poesie metropolitane.
Dalle 10 alle 14 Fondali Campania sarà in Piazza Mercato per una raccolta firme a favore del coordinamento nazionale spiagge libere.
Dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 17 Isola poetica Junior di Poesie metropolitane: laboratori per i bambini delle scuole elementari e medie. Obiettivo: avvicinare i ragazzi al mondo della poesia in modo semplice, attraverso parola e disegno.
Amo Napoli perché: ragazze e ragazzi, in compagnia di Marianna Ciano, saranno invitate/i a ritagliare una sagoma di cartone che rappresenta simboli della nostra città e a formulare un verso poetico, un aforisma o un pensiero, sulle sue bellezze.
Mariviento, laboratorio con marionette di mare a cura di Nigel Lembo .
Alle 11 Arterunnong in Piazza Mercato: Passeggiata veloce o corsa tra i tesori dimenticati di Napoli. Partendo da Piazza Bellini e arrivando alla chiesa di Sant’ Eligio. Da Piazza Bellini si raggiungerà il Rione Sanità, di nuovo il centro storico e, infine, Piazza Mercato. In ognuna delle tre fermate, si aprirà un laboratorio di pittura e di scrittura, per esprimere su un quaderno, su di un foglio, le emozioni provate. Ne risulterà un cartellone di intendimenti per Piazza Mercato e per tutti quei monumenti, quelle testimonianze storiche in toale abbandono e degrado.
Dalle 11 alle 13, Intimate portraits, laboratorio di scrittura creativa attraverso la musica in collaborazione con il chitarrista e musicista Davide Di Pinto e il violinista Andrea Bianco. Il titolo è quello dell’ album “Intimate Portraits” per coinvolgere le persone in un laboratorio di scrittura creativa musicale attraverso l’ascolto dei brani.
Dalle 11 alle 17 è tempo di Posta poetica: i partecipanti saranno invitati a scegliere una cartolina poetica e artistica all’interno del Calendario di Poesie Metropolitane del 2019/2020 e a scrivere sul retro un messaggio personale di augurio rivolto alle nuove generazioni. Le cartoline saranno spedite via posta nelle città di Napoli e Salerno a indirizzi scelti a caso dall’elenco telefonico.
Dalle 11 alle 17, isola poetica sensoriale di Poesie metropolitane: uno spazio dedicato all’ascolto di poesie inedite dedicate ai temi della manifestazione. Chi aderisce, sarà coinvolta/o in una lettura bendata/o, sull’onda di parole, musica e profumi della natura (mare e fiori). Un momento unico di gioia, relax e di meditazione per riflettere sulla bellezza che è intorno a noi.
Dalle 11 alle 17 reading organizzato da Poesie metropolitane: l’associazione intende dare spazio a poeti e amanti della poesia, attraverso la declamazione delle loro poesie. Il tema può essere libero o anche legato alla manifestazione: venti poesie vincitrici della gara saranno lette prima del reading libero.
Dalle 11 alle 17, Calamità poetiche: Poesie Metropolitane premia anche alcuni poeti non vincitori della gara: alcuni versi estratti prima della manifestazione saranno stampati su calamite che verranno distribuite in piazza e donate alle persone. Chi le troverà, potrà portarle a casa.
Dalle 11 alle 14, laboratorio creativo di Napoli 2035: è indirizzato a giovani e bambini, che potranno prendere parte alla decorazione della “Scorz’”, un rifugio temporaneo portatile destinato ai senzatetto, colorando e scrivendo sulla struttura del rifugio. Inoltre, attraverso l’uso di post-it, i partecipanti potranno lasciare messaggi e suggestioni utili allo sviluppo del progetto stesso. I post-it confluiranno nella stesura di una graphic novel. L’associazione, durante l’evento, distribuirà, oltre a materiale informativo, giochi e gadget realizzati con cartone ondulato riciclato e riciclabile.
Dalle 11 alle 14 laboratorio di riciclo creativo curato da Retake Napoli:
volontari coinvolgeranno bambini e ragazzi grazie all’esperienza accumulata nelle scuola. Usando tappi, flaconi, residui tessili verranno realizzati oggetti divertenti ma anche utili nel rispetto dell’ambiente come i portacicche. L’iniziativa è realizzata insieme alla Tolino Tessuti, azienda storica di Piazza Mercato.
Dalle 11.30 alle 12.30, Scatti poetici: sii protagonista del cambiamento
promosso dalla fotografa Cristina Santonicola. Tutte le persone che parteciperanno alle attività all’interno dell’isola, saranno immortalate dall’autrice. Le foto verranno pubblicate sulla pagina facebook dell’associazione, in una rubrica dedicata a pillole di sostenibilità, da ottobre 2020, dove verranno date informazioni base per comportamenti virtuosi contro lo spreco delle risorse naturali.
Dalle 15 alle 16.30 Letture poetiche a cura della scrittrice e regista Brunella Caputo: pillole di dizione e interpretazione di un brano poetico. Laboratorio dedicato ai timidi e a chi vuole migliorare le letture poetiche in pubblico.
Dalle 15 alle 18, Olimpiadi di retake: giochi per piccoli e adulti si sfideranno in squadre per imparare a differenziare correttamente, rispettando la città e migliorando la qualità della vita. Tra i premi anche speciali bombe di semi, da lanciare nei campi per fare germogliare quelle erbe e quei fiori che mantengono in vita le preziosissime amiche api.
Nel Chiostro di Sant’Eligio, dalle 11 alle 22:
Napoli 2035 metterà in mostra il proprio progetto attraverso tavole informative, un teaser video e una mostra fotografica dal titolo “Giving Shelter”, una raccolta di scatti fotografici, realizzati durante giorni di volontariato, che ritraggono persone senza fissa dimora, volontari e abbandono edilizio.
Dalle 11;30- alle 12:30 Arterunning insieme all’associazione “Semplicemente noi” organizza un laboratorio di pittura. Sessione di riiflessologia con Roberta Martini.
Dalle 11 alle 22 esposizione di Fondali Campania: una raccolta di foto per raccontare come la plastica stia soffocando i fondali marini del Golfo di Napoli.
Dalle 18 alle 19 inaugurazione del giardino nel Chiostro di sant’Eligio
ripristinato dal collettivo SegninVersi con una performance di danza e canto a cura di Sii turista della tua città che accompagnerà la piantumazione delle ultime piante. Concerto di Zena Rotundi con arpa e performance sperimentale di akido a cura di Gennaro Limatola
Dalle 19,30 alle 20 lo spettacolo teatrale Acqua sporca realizzato da Braveman productions.
Per saperne di più
https://www.facebook.com/Poesiemetropolitane/photos/gm.370610390985724/3693362407381214
https://www.facebook.com/events/539667040001814
Per partecipare occorre prenotare e indossare la mascherina.

In foto, saracinesche dipinte lo scorso anno, durante la prima edizione del Festival

RISPONDI