Una grande maschera dipinta sulla parete esterna dell’Istituto Comprensivo Sauro Errico Pascoli di Napoli in viale delle Galassie. Si chiama Thabo, è opera permanente firmata da Nicholas Tolosa (foto).
“Nafricapoli #3” rappresenta la terza tappa di un ampio progetto con cui l’artista intende disseminare arte sul territorio comunale di Napoli. Legato al quartiere di Secondigliano, ha donato l’opera alla cittadinanza.
L’iniziativa, curata da Enzo Battarra, è stata realizzata grazie alla particolare collaborazione del dirigente scolastico Piero De Luca e al coinvolgimento del tavolo interassessorile per la Creatività Urbana del Comune di Napoli.
Spiega Battarra: « “Nafricapoli” non è solo il titolo di un progetto, è la compenetrazione di due culture, l’unione di due anime gemelle in una sola parola, che è parola composta. La crasi è come un ponte costruito sull’arcobaleno. Napoli e l’Africa si incontrano per strada perché per strada vivono i loro figli Nicholas Tolosa porta la street art lì dove l’arte è da sempre … in cammino… La scelta cromatica è quella di usare tutti i colori sommandoli nel bianco e nel nero. E poiché la realtà non è mai black and white, finisce per prevalere il grigio, che è la terra di mezzo, con tutte le sue sfumature».
Thabo è figlio di “Nafricapoli” , simbolo della contaminazione.Ha volto austero, popolato da soldi che rimandano alla mescolanza di mondi differenti nella speranza di un futuro che oltrepassi le differenze e insegni una pacifica convivenza. All’ombra della sirena Partenope.
Per saperne di più
nicholastolosa@tiscali.it
facebook
instagram

RISPONDI